MotoGP | Caso doping Andrea Iannone: sentenza a metà novembre

Il pilota abruzzese dovrà attendere metà novembre per conoscere il suo futuro

MotoGP | Caso doping Andrea Iannone: sentenza a metà novembreMotoGP | Caso doping Andrea Iannone: sentenza a metà novembre

Motomondiale MotoGP Iannone Aprilia – Il futuro sportivo di Andrea Iannone sarà deciso a metà novembre. Il tribunale arbitrale dello sport dopo undici ore di udienza ha deciso queste tempistiche.

Ricordiamo che il pilota dell’Aprilia era stato sospeso per 18 mesi dopo essere stato trovato positivo al drostanolone dopo un controllo antidoping effettuato nel Gran Premio di Malesia del 2019.

L’udienza è stata divisa in tre fasi: nella mattinata c’era stato il dibattimento sulla carne contaminata, nel pomeriggio quella sull’esame del capello, mentre alle 16 a parlare era stato Andrea Iannone.

Per il pilota abruzzese ci sono quattro diversi scenari. Si va dall’assoluzione (Iannone aveva fatto ricorso contro la sospensione dei 18 mesi, ndr), alla conferma dei 18 mesi di sospensione, passando per la riduzione della pena, fino alla pena massima, i 4 anni richiesti dalla Wada.

Sentenza CAS Andrea Iannone metù novembre 2020

Leggi altri articoli in In evidenza

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati