MotoGP | Caso doping Iannone: Rivola (Aprilia), “Senza Iannone penseremo a Dovizioso, un’occasione unica”

La sentenza sul caso doping è prevista per il prossimo 15 ottobre

MotoGP | Caso doping Iannone: Rivola (Aprilia), “Senza Iannone penseremo a Dovizioso, un’occasione unica”MotoGP | Caso doping Iannone: Rivola (Aprilia), “Senza Iannone penseremo a Dovizioso, un’occasione unica”

Motomondiale MotoGP Iannone Aprilia – Andrea Iannone è stato a Misano nel box Aprilia (vedi foto), tornando almeno nei panni di spettatore vicino alla sua squadra e alla sua Aprilia RS-GP. Il pilota abruzzese, che sta scontando 18 mesi di stop a causa dell’accusa di doping (era stato trovato positivo al nandrolone nel GP di Malesia 2019, ndr), conoscerà la sua sorte il 15 ottobre, giorno in cui è fissata la sentenza.

L’ex pilota Ducati e Suzuki che aveva fatto ricorso spera che la sua pena venga sospesa, ma dall’altra parte c’è la Wada che ha addirittura chiesto 4 anni di squalifica. Intervistato dall’inviato di Sky Sport Antonio Boselli aveva detto.

Dichiarazioni Andrea Iannone su accusa doping Misano GP

“Mi hanno tolto le moto, la cosa peggiore che potessero farmi. E’ come se ad un cantante togli il microfono o la penna per scrivere le canzoni.”

Sull’attuale situazione si è espresso anche Massimo Rivola, CEO Aprilia, che parlando ai colleghi di The-race.com ha detto.

Dichiarazioni Massimo Rivola CEO Aprilia su vicenda doping Andrea Iannone

“Aspetteremo il risultato del verdetto, se sarà disponibile nel 2021 sarà il nostro pilota, me se non sarà disponibile, non sarà più il nostro pilota. Non vogliamo aspettare di più. Abbiamo deciso di rimanere con lui perché ci ha mostrato che non era scientificamente colpevole, e ci sono buone ragioni per cui potrebbero ridurre il divieto da 18 mesi a un anno. In caso di condanna Dovizioso sarebbe la migliore opzione possibile, sarebbe un’occasione unica. Ma abbiamo sempre detto che volevamo continuare con l’altro Andrea e questa è la nostra prima priorità. Ma se non potremo, faremo del nostro meglio per portare Dovizioso con noi. Le sue richieste potrebbero essere troppo alte, ma abbiamo anche l’opzione Crutchlow, un pilota veloce e interessante.”

Un’eventuale condanna a 4 anni sarebbe disastrosa per il pilota dell’Aprilia, che vedrebbe compromessa la sua carriera.

Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati