MotoGP | Caso doping Andrea Iannone: “Mi hanno tolto le moto, peggio non potevano fare”

Il pilota abruzzese è nel box Aprilia a Misano

MotoGP | Caso doping Andrea Iannone: “Mi hanno tolto le moto, peggio non potevano fare”MotoGP | Caso doping Andrea Iannone: “Mi hanno tolto le moto, peggio non potevano fare”

Motomondiale MotoGP Iannone Aprilia – Andrea Iannone era presente a Misano nel box Aprilia. Il pilota abruzzese, dopo la sentenza per l’accusa di doping che ha decretato 18 mesi di stop, l’appello e la richiesta della Wada di inasprire la pena a 4 anni, conoscerà il suo futuro il prossimo 15 ottobre.

L’Aprilia ha sempre difeso il suo pilota ed è sempre stata vicino al #29, che spera di poter tornare in sella quanto prima. Intervistato dall’inviato di Sky Sport Antonio Boselli ha detto:

Dichiarazioni Andrea Iannone su accusa doping Misano GP

“Mi hanno tolto le moto, la cosa peggiore che potessero farmi. E’ come se ad un cantante togli il microfono o la penna per scrivere le canzoni.”

Un’eventuale condanna a 4 anni sarebbe disastrosa per il pilota dell’Aprilia, che vedrebbe compromessa la sua carriera.

Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati