MotoGP | Gp Misano 2 : Petrucci, “In Ducati vedono il lavoro che faccio, non ho mollato”

"Devo trovare quello che serve a me e avere fiducia" ha aggiunto il ternano

MotoGP | Gp Misano 2 : Petrucci, “In Ducati vedono il lavoro che faccio, non ho mollato”MotoGP | Gp Misano 2 : Petrucci, “In Ducati vedono il lavoro che faccio, non ho mollato”

MotoGP Gp Misano 2 – Danilo Petrucci è reduce dalla deludente gara di Misano della settimana scorsa e dopo i test non sembra aver trovato il feeling con la moto, e la gara di domenica, sempre sul tracciato romagnolo potrebbe diventare una triste replica.

Il pilota ternano è da inizio stagione che fatica con la moto e la gomma, ma nonostante gli sforzi niente sembra funzionare. Nei test di martedì il compagno di squadra, Andrea Dovizioso sembra aver trovato una soluzione, cosa che non è riuscita al #9.

Dichiarazioni Danilo Petrucci Conferenza Stampa GP Misano 2 MotoGP

“Tra me e Andre c’è molta differenza di set up, abbiamo fisici diversi e il nostro stile è diverso. La cosa più curiosa è che la moto più simile alla mia è quella di Pecco, ma questo vuol dire che c’è solo da cambiare stile di guida. Da una parte mi conforta perché vuol dire che abbiamo capito la direzione, ma mi spaventa perché Pecco va forte con la stessa moto. So che cosa ha fatto Andrea Sulla moto, lo abbiamo fatto anche noi, ma non ha fatto grande differenza. C’è un gap di 2 3 decimi che sembra poco ma non è così. Faccio fatica a fare i tempi con gomma nuova. Mi dispiace molto fare questi risultati e sono uno che se la prende abbastanza. Sono triste nella vita di tutti i giorni. La sto vivendo come uno che non riesce nelle sue cose. Ce la sto mettendo tutta, ma è complicato capire cosa non va. Ci sono tanti fattori. Complicato capire da dove arriva il problema. Vorrei avere piacere a guidare la moto, anche se difficile. Adesso non mi sento forte, mi sento macchinoso perché la moto non fa quello che voglio. Non è facile in gara. L’anno scorso facevo una brutta gara e facevo ottavo, adesso arrivarci sarebbe un buon risultato. In Ducati vedono il lavoro che faccio, non ho mollato, ma non è piacevole fare questi risultati. Se guardo Dovi, con poche mosse ha trovato un buon feeling. Devo trovare quello che serve a me e avere fiducia. E’ un campionato mi visto per equilibrio. Ancora tutto è possibile. La seconda parte di stagione non dovrà essere uguale alla prima, ho ancora molte possibilità. Speravo tanto nei test, ma non ho trovato abbastanza.”

Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati