Superbike | Round Teruel, Gara2: Rea strappa la vittoria a Rinaldi

Rea ottiene la sua 96esima vittoria in Wsbk grazie a un bellissimo duello con Rinaldi

Superbike | Round Teruel, Gara2: Rea strappa la vittoria a RinaldiSuperbike | Round Teruel, Gara2: Rea strappa la vittoria a Rinaldi

Ancora una volta abbiamo assistito ad un’altra emozionante gara al MotorLand Aragon, nel Round Pirelli di Teruel: in Gara2 a festeggiare sul gradino più alto del podio è Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK), al termine di un bellissimo duello con Michael Ruben Rinaldi (Team GOELEVEN), secondo al traguardo.

Scott Redding (ARUBA.IT Racing – Ducati) completa il podio, non senza qualche rimpianto.

Vediamo alla cronaca della gara: parte bene Redding che supera subito Rea al primo giro, portandosi definitivamente in testa alla curva 13, dopo essere stato sorpassato in partenza dall’iridato.
Ma al sesto giro ad approfittare della lotta tra i due è Rinaldi: Redding e Rea infatti vanno larghi alla curva 8 permettendo così al riminese di mettersi entrambi alle spalle.
Rea riesce a rimettersi di nuovo dietro il britannico di Ducati arrivando ad avere un secondo di vantaggio. Il cinque volte campione del mondo inizia a pressare Rinaldi prima di superarlo a tre giri dalla fine. Il riminese porta a casa un ottimo secondo posto che gli vale anche il secondo podio in questo weekend. Rea è protagonista di un paio di grandi salvataggi nel corso della gara, soprattutto dopo essere finito largo mentre tenta di passare Rinaldi per poi ripetersi poco dopo essersi messo alle spalle l’italiano.
Redding non riesce a tenere il passo dei primi due e quindi ora si trova staccato di 36 punti dal leader della classifica. Il quarto posto permette a Leon Haslam (Team HRC) 2020 di conquistare il proprio miglior risultato del 2020. Alle sue spalle troviamo Alex Lowes (Kawasaki Racing Team WorldSBK). Dietro di lui termina Michael van der Mark (PATA YAMAHA WorldSBK Official Team), sesto.
Il compagno di box dell’olandese Toprak Razgatlioglu chiude settimo davanti a Loris Baz (Ten Kate Racing Yamaha) e alla coppia del GRT Yamaha WorldSBK Junior Team formata da Federico Caricasulo e Garrett Gerloff. Sono quindi cinque le Yamaha nei primi dieci.
Eugene Laverty (BMW Motorrad WorldSBK Team) è 11° a meno di un secondo da Gerloff. Marco Melandri (Barni Racing Team) termina 12° e va a punti precedendo Xavi Fores (Kawasaki Puccetti Racing). Matteo Ferrari (Motocorsa Racing), all’esordio nel WorldSBK va di nuovo a punti grazie al 14° posto finale. A chiudere i primi 15 è Roman Ramos (OUTDO Kawasaki TPR). Ultimo alla bandiera a scacchi Takumi Takahashi (MIE Racing Honda Team).
Tom Sykes (BMW Motorrad WorldSBK Team) è il primo pilota costretto al ritiro. A terra durante il quarto giro Maximilian Scheib (ORELAC Racing VerdNatura). Alvaro Bautista (Team HRC) cade il giro dopo; stessa sorte per Chaz Davies (ARUBA.IT Racing – Ducati) mentre si trova tra i primi cinque. Neanche Sylvain Barrier (Brixx Performance) ha completato la gara.

Di seguito i primi sei al termine di Gara 2:

1.) Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK)
2.) Michael Ruben Rinaldi (Team GOELEVEN) +1.244
3.) Scott Redding (ARUBA.IT Racing – Ducati) +5.326
4.) Leon Haslam (Team HRC) +9.357
5.) Alex Lowes (Kawasaki Racing Team WorldSBK) +10.761
6.) Michael van der Mark (PATA YAMAHA WorldSBK Official Team) +15.679

Leggi altri articoli in Superbike

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati