Superbike | Round Aragon, Gara1: vince Scott Redding

Il pilota Ducati ha la meglio su Davies e Rea e torna in testa alla classifica

Superbike | Round Aragon, Gara1: vince Scott ReddingSuperbike | Round Aragon, Gara1: vince Scott Redding

Scott Redding si riprende la testa della classifica piloti al termine di Gara1 del Prosecco DOC Aragon Round: il pilota Ducati ha la meglio sul compagno di team Chaz Davies e su Jonathan Rea, confermando che è la Ducati la moto favorita in questo fine settimana.

Redding scatta dalla terza casella e nelle prime fasi di gara conserva la posizione. Il poleman Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK) non parte benissimo e deve rimontare prima di tornare in testa. Redding lo supera ma il campione del mondo riesce a restare con il pilota Ducati pur non riportandosi davanti anche per via della grande forza della Casa di Borgo Panigale sul dritto. Rea continua a mettere pressione a Redding provando il controsorpasso. Commette però un errore al 14° giro finendo largo e permette così a Redding di conservare la prima posizione.
Davies in un paio di giri prende e supera Rea e inizia a spingere per portarsi su Redding terminando a soli tre decimi dal suo compagno di squadra; ad Aragon quindi finisce con una doppietta Ducati dopo che Davies è partito dalla nona casella mentre Rea sale sul podio nella sua 150^ gara insieme a KRT. Con questo risultato Redding si riporta in testa alla classifica.
Michael Ruben Rinaldi (Team GOELEVEN) ancora una volta porta a casa un quarto posto nel corso di questa stagione e dimostra di trovarsi in un ottimo stato di forma. Nelle ultime fasi supera Michael van der Mark (PATA YAMAHA WorldSBK Official Team) che chiude quinto. Toprak Razgatlioglu (PATA YAMAHA WorldSBK Official Team) è autore di una rimonta che lo porta a terminare in sesta posizione dopo essere scattato oltre la decima casella.
Loris Baz (Ten Kate Racing Yamaha) parte dalla seconda piazza ma chiude settimo. Sul finire di gara è protagonista di un duello con Xavi Fores (Kawasaki Puccetti Racing). Federico Caricasulo (GRT Yamaha WorldSBK Junior Team) è nono e precede Leon Haslam (Team HRC).
Grande prestazione per Leandro Mercado (Motocorsa Racing) che conquista l’11^ posizione davanti a Sylvain Barrier (Brixx Performance). Roman Ramos (OUTDO Kawasaki TPR) torna in pista e va a punti in occasione della sua 100^ gara nel WorldSBK. Alle sue spalle arrivano Marco Melandri (Barni Racing Team) e Takumi Takahashi (MIE Racing Althea Honda Team). Per lui e per il suo team si tratta dei primi punti di questo 2020.
Eugene Laverty (BMW Motorrad WorldSBK Official Team) è 16°. Il team ha messo a posto la sua moto direttamente in griglia di partenza dopo che il nordirlandese è finito a terra nel corso del giro di ingresso in pista. A Laverty poi è stato comminato un ride-through nel corso della gara che ha portato a termine davanti a Lorenzo Gabellini (MIE Racing Althea Honda Team).
Christophe Ponsson (Nuova M2 Racing) è caduto nella zona del Cavatappi mentre non è arrivato al traguardo nemmeno Alex Lowes (Kawasaki Racing Team WorldSBK), caduto mentre era terzo. A terra nelle prime fasi di gara anche Tom Sykes (BMW Motorrad WorldSBK Team). Stessa sorte anche per Garrett Gerloff (GRT Yamaha WorldSBK Junior Team). Alvaro Bautista (Team HRC) e Maximilian Scheib (ORELAC Racing VerdNatura) sono caduti nello stesso giro ma in circostanze diverse.

Di seguito i primi sei al termine di Gara 1:

1.) Scott Redding (ARUBA.IT Racing – Ducati)
2.) Chaz Davies (ARUBA.IT Racing – Ducati) +0.304
3.) Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK) +2.123
4.) Michael Ruben Rinaldi (Team GOELEVEN) +7.453
5.) Michael van der Mark (PATA YAMAHA WorldSBK Official Team) +8.365
6.) Toprak Razgatlioglu (PATA YAMAHA WorldSBK Official Team) +18.851

Leggi altri articoli in Superbike

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati