MotoGP | Gp Austria 2: Takaaki Nakagami, “Risultato deludente”

Crutchlow: "Non mi aspettavo nulla di positivo da questa gara"

Nakagami beffato dalla bandiera rossa
MotoGP | Gp Austria 2: Takaaki Nakagami, “Risultato deludente”MotoGP | Gp Austria 2: Takaaki Nakagami, “Risultato deludente”

MotoGP GP Austria 2 2020 LCR Honda – Domenica sfortunata per Taakaki Nakagami nel Gran Premio di Stiria, quinto appuntamento di questo mondiale 2020 di MotoGP.

A causa della bandiera rossa provocata dall’incidente di Mavericks Vinales, il giapponese non è riuscito a conquistare un podio, il primo nella top class, che sarebbe stato assolutamente meritato, visto l’ottimo passo espresso nella prima parte di gara.

Discorso diverso invece per Cal Cruthclow, visto che l’inglese, diciassettesimo sotto la bandiera a scacchi, non è riuscito a massimizzare il potenziale della propria Honda.

Dichiarazioni Takaaki Nakagami GP Austria 2 MotoGP 2020

“Ovviamente siamo un po ‘delusi di finire in P7. È stato un vero peccato che ci fosse una bandiera rossa, ma queste sono le corse. In gara uno avevamo tutto sotto controllo, eravamo virtualmente sul podio e ho anche pensato che avremmo potuto vincere. Purtroppo la gara è stata interrotta e ripresa di nuovo con 12 giri. Ad ogni modo, ho fatto del mio meglio in entrambe le occasioni, è stato un fine settimana fantastico e non vediamo l’ora che arrivi il prossimo. A Misano possiamo lottare di nuovo davanti. Voglio ringraziare la mia squadra, tutti i ragazzi hanno fatto davvero un ottimo lavoro questo fine settimana e sicuramente continueremo così anche nel prossimo”.

Dichiarazioni Cal Crutchlow GP Austria 2 MotoGP 2020

“Non mi aspettavo nulla di positivo da questa gara e così è stato. Sono partito dalla 17esima posizione e ho finito allo stesso posto. L’obiettivo era quello di migliorare la moto in vista del GP ma nonostante tutto gli sforzi non è andata come speravo. Ho guidato meglio nella prima parte di gara rispetto alla seconda, probabilmente per la scelta della gomma posteriore – ho usato la gomma posteriore media nella prima gara ed ero più a mio agio rispetto alla gomma posteriore morbida. Nella seconda parte la moto si muoveva molto in accelerazione e in entrata di curva. Ho provato a restare nel gruppo, ma non ci sono riuscito. Dobbiamo continuare a lavorare con la mia squadra e studiare i dati di queste ultime gare in vista di Misano con la speranza di risolvere alcuni dei nostri problemi. Il Team e i tecnici HRC stanno lavorando duramente per questo e non vediamo l’ora di andare a Misano tra due settimane “.

Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati