MotoGP | Gp Austria Gara: Valentino Rossi dopo l’incidente tra Zarco e Morbidelli “E’ stato il rischio più grande della mia carriera” [VIDEO]

Rossi ha aggiunto: "La direzione gara deve fare qualcosa contro Zarco"

MotoGP | Gp Austria Gara: Valentino Rossi dopo l’incidente tra Zarco e Morbidelli “E’ stato il rischio più grande della mia carriera” [VIDEO]MotoGP | Gp Austria Gara: Valentino Rossi dopo l’incidente tra Zarco e Morbidelli “E’ stato il rischio più grande della mia carriera” [VIDEO]

MotoGP Gp Austria Red Bull Ring Yamaha MotoGP – Lo spaventoso incidente accaduto tra l’incolpevole Franco Morbidelli e il francese Johann Zarco poteva avere conseguenze catastrofiche, non solo per loro, ma soprattutto per Valentino Rossi e Maverick Vinales, che si sono visti tagliare la strada a circa 280 Km/h dalla Yamaha Petronas e dalla Ducati Avintia.

Una mossa quella del francese che Morbidelli ha definito “mezza assassina” e Rossi ha voluto sottolineare come quello corso oggi sia stato “Il rischio più grande della mia carriera.”

Dichiarazioni Valentino Rossi incidente tra Zarco e Morbidelli GP Austria MotoGP Red Bull Ring

“Sono scosso, è stato il rischio più grande della mia carriera – ha detto Rossi a Sky – La direzione gara deve fare qualcosa contro Zarco perché ha frenato apposta davanti a Franco per non farsi superare. Devo dire che è stata abbastanza tosta, sono un po’ scosso, anche ripartire per la seconda gara è stata dura. Stavo percorrendo quel tornantino insieme a Vinales, stavamo rallentando alla curva 3 e ho visto un’ombra arrivare: pensavo fosse l’elicottero da sopra, a volte capita durante la gara che l’elicottero passi sopra i piloti e faccia ombra. Invece sono arrivati due proiettili: ho visto bene la Ducati di Zarco, mentre la moto di Morbidelli non l’ho neanche vista, l’ho vista dopo nelle immagini. Il santo dei motociclisti oggi ha fatto veramente un grande lavoro, è stata una cosa molto pericolosa. Va bene essere aggressivi, ci si gioca molto, però quello che si sta perdendo un po’ è il rispetto degli avversari. Facciamo uno sport molto pericoloso, devi avere rispetto per chi corre in pista con te. Zarco non è nuovo a queste cose, quello che è successo è chiarissimo: Zarco ha superato Morbidelli nel rettilineo e poi non voleva farsi risuperare da Franco nella staccata, quindi appositamente è andato a frenargli davanti. Ma a 300 km all’ora, trattandosi di una MotoGP, Morbidelli non ha potuto fare niente, come si è visto lo ha centrato fortissimo. Zarco gli ha tagliato la strada apposta e gli ha frenato davanti, Franco non ha potuto fare niente. Bisogna stare attenti perché possiamo farci male. La Direzione Gara deve parlare seriamente con i piloti, devono fare qualcosa di serio a Zarco, perché anche nell’ultima gara a Brno ha steso Pol Espargaró, anche se poteva evitare l’incidente. Anche qui a Spielberg l’ha fatto apposta, ha danneggiato Morbidelli per non farsi superare, il risultato è stato mandare a terra Franco. Alla fine ci potevo andare di mezzo anche io che ero più avanti. Dobbiamo capire che le nostre moto, a queste velocità, sono dei proiettili. Secondo me stiamo andando un po’ oltre. Sì, può darsi, la moto di Morbidelli mi ha fatto il pelo, anche la Ducati di Zarco mi è passata a qualche metro: è stato un momento molto pericoloso. A volte queste carambole succedono per un po’ di sfortuna, perché un pilota taglia la strada a un altro non volendo, ma quella è sfortuna. Invece questa è una cosa fatta apposta, basta rivedere bene le immagini: Zarco cambia traiettoria nel momento della frenata perché non vuole fari ripassare da Morbidelli, quindi lo fa con coscientemente, pensandoci, è questa la cosa grave che non deve succedere. Ad esempio Bastianini in Moto2 è caduto ma non poteva fare niente, Syahrin è stato sfortunato.”


Leggi altri articoli in In evidenza

Lascia un commento

3 commenti

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati