Superbike | Rea commenta la tripletta di Portimao

Il Penta-Campione del Mondo domina in Portogallo e si riporta in testa alla classifica

Superbike | Rea commenta la tripletta di PortimaoSuperbike | Rea commenta la tripletta di Portimao

Il passato ci diceva che sarebbe stato Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK) l’uomo da battere all’Autodromo Internacional do Algarve e il Round del Portogallo che si è appena concluso lo ha ampiamente dimostrato: grazie a una strepitosa tripletta in gara, a cui si aggiunge la pole position, Rea porta a 93 il suo bottino di successi e conquista il primo posto nel mondiale piloti.

In Gara 1 è riuscito a staccare Toprak Razgatlioglu (PATA YAMAHA WorldSBK Official Team) nonostante il turco gli abbia dato del filo da torcere nelle prime fasi. Il nordirlandese ha avuto la meglio sul pilota Yamaha anche domenica nella Tissot Superpole Race. In Gara 2 alla prima curva Razgatlioglu e Loris Baz (Ten Kate Racing Yamaha) gli hanno messo pressione ma Rea all’esterno si è ripreso il primo posto. Il turco poi è finito a terra e il campione del mondo ha messo quindi il suo sigillo sulla tripletta in terra portoghese.
“Con queste tre vittorie posso dire che sia stato un fine settimana perfetto, senza dimenticare la pole position e i giri veloci – ha detto – è stato incredibile. Voglio ringraziare il team per avermi dato un’ottima moto in questo weekend in cui ho davvero fatto ciò che volevo. Domenica la moto era identica ma sentivo che c’era meno aderenza e non sono riuscito a fare gli stessi tempi sul giro messi a segno sabato”.
“Il vento cambiava direzione e quindi è stata davvero dura entrare in curva 5 e anche all’ultima curva. In certi momenti ho avuto da fare con l’anteriore. Il giro dopo all’ultima curva ho visto dei segni lasciati dalle gomme. Mi sono detto ‘oggi deve essere la giornata in cui porto i punti a casa’. Sapevo che Scott Redding (ARUBA.IT Racing – Ducati) era lì dietro. Nel corso del primo giro ero consapevole che poteva restare in scia ma sapevo anche che se avessi continuato con il mio passo lo avrei staccato. È stato tutto molto bello”.
Rea è il quarto leader della classifica di questa stagione 2020. Il primo era stato il suo compagno di squadra in casa KRT Alex Lowes, seguito da Razgatlioglu e Redding. Ora Rea è in testa e l’attenzione di tutti è puntata su chi riuscirà a sfidarlo tra due settimane in Spagna dove il WorldSBK farà tappa al MotorLand Aragon.

Leggi altri articoli in Superbike

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati