MotoGP | Gp Jerez Qualifiche: Marquez, “Dovevo provarci, non avrei dormito”

"Quando hai la passione è giusto provarci" ha detto lo spagnolo della Honda

MotoGP | Gp Jerez Qualifiche: Marquez, “Dovevo provarci, non avrei dormito”MotoGP | Gp Jerez Qualifiche: Marquez, “Dovevo provarci, non avrei dormito”

MotoGP Gp Andalusia Qualifiche Honda Repsol – Marc Marquez ha alzato bandiera bianca, le condizioni fisiche non gli permettono di continuare il weekend.

Nonostante gli sforzi, il #93 si è dovuto arrendere, non è ancora il momento per tornare in pista, il dolore al braccio e le sensazioni non gli permettono di guidare in sicurezza. Ha voluto fare un tentativo, per non avere rimpianti, ma a fine FP4 si reso conto che qualcosa non andava e dopo appena un giro in Q1 ha deciso di finire il weekend. il prossimo appuntamento sarà Brno tra 2 settimane. Non sarà al 100% ma sicuramente meglio rispetto a questo weekend.

Dichiarazioni Marc Marquez Gp Andalusia

“Ci ho provato, quando hai la passione è giusto provarci, questa è la mia mentalità. Quando sono stato operato sono stato realista e ho cercato di capire il mio corpo. Lunedì non pensavo di farcela, poi dopo l’intervento ho visto che avrei potuto provare e l’ho detto alla Honda. Quando hai passione bisogna provare. Posso dormire tranquillo sapendo che non posso, altrimenti avrei avuto un rimpianto. Abbiamo deciso con Honda di provare di venire qui, stamattina il tempo era anche abbastanza buono, il passo con gomma usata era buono. Non so se è stato il caldo o altro ma alla seconda uscita nelle FP4 non avevo più forza, e li ho capito che poteva essere pericoloso, non si poteva. Voglio ringraziare il dottore e il fisioterapista per il lavoro. Anche il controllo medico è stato duro, mi ha fatto fare 20 piegamenti e non è stato facile. Pensavo fosse possibile ma non è stato così perché c’è stata l’operazione. L’obiettivo era capire il mio corpo. Uno sportivo deve sempre provare a fare più del 100%. Io sono sempre ottimista, il bicchiere è sempre mezzo pieno. Ho provato a vedere come andava il braccio, anticipando alla Honda che avrei provato ma senza sapere come sarebbe andato. In Q1 ho visto subito che le cose non andavano. Ci ho provato e posso dormire tranquillo. Adesso vado subito a lavorare per arrivare più a posto a Brno. Domenica scorsa è stata una gara corta, ero felice mi stavo divertendo. Ho vinto otto mondiali così. Sono caduto quando mi stavo già accontentando, mi sono rilassato ed è arrivato l’errore. E’ esperienza anche questa, adesso devo recuperare.”

Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati