Moto2 | ABC: la procura chiede 24 anni di carcere per Sito Pons

E' accusato di aver evaso 2,7 milioni di tasse dal 2010 al 2014

Moto2 | ABC: la procura chiede 24 anni di carcere per Sito PonsMoto2 | ABC: la procura chiede 24 anni di carcere per Sito Pons

Motomondiale Moto2 – Il quotidiano ABC riferisce nella sua edizione di giovedì, così come riportato ad Marca.com, che la procura ha chiesto 24 anni di carcere per Sito Pons per presunta frode del Tesoro e aver commesso sei reati fiscali.

All’ex pilota sarebbe comminata anche una multa di 12 milioni di euro, oltre a dover restituire i 2,7 milioni di euro che avrebbe (il condizionale è d’obbligo, ndr) evaso in tasse tra il 2010 e il 2014 come direttore del Pons Racing.

Come riporta ABC, l’ex pilota avrebbe simulato di risiedere a Monaco e Londra per risparmiare il pagamento dell’imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPF) , così come avrebbe usato le società di comodo per non apparire come il proprietario di questi beni.

Marca.com ricorda anche come nel febbraio 2019, ‘El Confidencial’ aveva annunciato che nel ‘Panama Papers’ c’era anche Pons che dal 1997 avrebbe controllato una società nelle Isole Vergini britanniche chiamata ‘Sahaquiel Limited’, la cui attività era di investire in un’altra società spagnola, Cuamon Central SA, specializzata nell’acquisto di immobili in Spagna, che tre anni fa furono sequestrati per un debito di 18.715.770 euro, oltre ad avere, tra le altre società, un’altra nelle Antille olandesi con il nome di “Marisco NV”.

Leggi altri articoli in Moto2

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati