MotoGP | Coronavirus: ufficiale, cancellato il Gran Premio del Giappone

Per la prima volta dal 1986 non ci sarà un GP del Giappone

MotoGP | Coronavirus: ufficiale, cancellato il Gran Premio del GiapponeMotoGP | Coronavirus: ufficiale, cancellato il Gran Premio del Giappone

MotoGP Coronavirus Covid-19 – La FIM, l’IRTA e la Dorna Sports dopo la recente cancellazione dei GP di Gran Bretagna e Australia ha annunciato anche la cancellazione del Gran Premio del Giappone a causa della pandemia di Covid-19.

Il Gran Premio si sarebbe dovuto svolgere a Motegi (pista di proprietà della Honda) dal 16 al 18 ottobre. Il Twin Ring Motegi è in calendario dal 1999 e FIM, IRTA e Dorna Sports non vedono l’ora di tornare a correre nel 2021, di fronte ad alcuni dei fan più devoti e fedeli del mondo.

Dichiarazioni Kaoru Tanaka, Presidente, Mobilityland Corporation cancellazione GP Giappone

“Mobilityland si stava preparando per il Gran Premio del Giappone MotoGP 2020, tuttavia le situazione in Giappone ed Europa sono imprevedibili e si prevede l’estensione del divieto internazionale di viaggio. Come risultato delle nostre discussioni con Dorna, abbiamo concordato che non c’era altra scelta che annullare il GP del Giappone.”

Dichiarazioni CEO Dorna Sports Carmelo Ezpeleta cancellazione GP Giappone

“È con grande tristezza che annunciamo la cancellazione del Motul Grand Prix del Giappone che si sarebbe dovuto correre sul circuito di Motegi, un circuito davvero unico. Questo significa che per la prima volta dal 1986 non ci sarà un Gran Premio del Giappone. La famiglia MotoGP sta lavorando molto duramente per poter ricominciare la stagione agonistica e cercare di disputare il maggior numero possibile di eventi e nel modo più sicuro possibile. Per questo motivo, la FIM e la Dorna, in consultazione con IRTA e MSMA, hanno deciso che, fino a metà novembre, la MotoGP rimarrà in Europa per fare tutti gli eventi europei che saremo in grado di fare. Pertanto, gli eventi extra-europei, se possibile, dovrebbero essere programmati dopo la metà di novembre e sarebbe stato troppo tardi per il GP del Giappone. Per questo motivo è stato deciso, in consultazione con Mobilityland, che il Motul Grand Prix del Giappone non si svolgerà nel 2020. Ringrazio moltissimo Mobilityland per il supporto fornito alla MotoGP. A nome di Dorna, vorrei anche ringraziare tutti i fan per la loro comprensione e pazienza mentre aspettiamo che la situazione migliori. Non vediamo l’ora di tornare a Motegi l’anno prossimo.”

Leggi altri articoli in In evidenza

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati