MotoGP | Caso doping: Jorge Lorenzo difende Andrea Iannone

La difesa di Iannone: "Abbiamo pronto il ricorso al TAS, sentenza entro l'estate"

MotoGP | Caso doping: Jorge Lorenzo difende Andrea IannoneMotoGP | Caso doping: Jorge Lorenzo difende Andrea Iannone

Motomondiale MotoGP Iannone Aprilia – Andrea Iannone dopo la squalifica per sospetto doping ha avuto poca solidarietà dai suoi colleghi.

Il pilota dell’Aprilia era stato trovato positivo al nandrolone dopo un controllo avvenuto nel Gran Premio della Malesia disputato ad ottobre 2019 e nonostante le prove portate a suo favore (analisi dei capelli che ha dato esito negativo), è stato squalificato per 18 mesi.

A difendere Iannone è arrivato però Jorge Lorenzo, che in passato per cose di “pista” ha avuto modo di “battibeccare” con il pilota di Vasto, ma che dal suo profilo Instagram ha scritto quanto segue.

Dichiarazioni Jorge Lorenzo su sospetto doping Andrea Iannone

“Sono tutti tuoi amici quando le cose vanno bene, ma molti scompaiono quando hai problemi. Non mi considero un amico di Andrea Iannone e non ho mai caricato una foto con lui. Quindi, forse perché mi è sempre piaciuto andare controcorrente, non vedo un momento migliore rispetto ad oggi per farlo, quando sicuramente ne ha più bisogno. Ieri siamo andati a fare una passeggiata sul lago e abbiamo chiacchierato per un po’. Abbiamo riso ricordando alcuni aneddoti e gli ho anche chiesto dell’argomento. La verità è nota solo a lui, ma quando l’ho sentito l’ho visto sereno, fiducioso e le sue argomentazioni mi hanno convinto. Come tutti, sicuramente Andrea ha commesso errori in passato, ma penso che questa volta l’ “errore” non sia stato volontario. Quindi spero e desidero che presto sia scagionato così che possa tornare a fare quello che più gli piace. Alla fine puoi apprezzare o no il suo “personaggio”, ma è chiaro che il ragazzo ha talento e velocità. E come ho detto ieri: “Il talento non si compra ne si dimentica.”

Intanto dall’entourage del pilota abruzzese fanno sapere che è pronto il ricorso al TAS e che la sentenza dovrebbe arrivare entro l’estate.

Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati