MotoGP | Coronavirus: Valentino Rossi: “Spero che si torni a correre, vanno bene anche 13 gare” [VIDEO]

Sul Coronavirus Rossi ha aggiunto: "Siamo tutti confinati in casa. Ho la barba lunga e non me la taglierò fino a che non finirà la quarantena"

MotoGP | Coronavirus: Valentino Rossi: “Spero che si torni a correre, vanno bene anche 13 gare” [VIDEO]MotoGP | Coronavirus: Valentino Rossi: “Spero che si torni a correre, vanno bene anche 13 gare” [VIDEO]

Coronavirus Valentino RossiValentino Rossi è stato ospite “virtuale” di #casaskysport in collegamento con Guido Meda e Mauro Sanchini, i commentatori della MotoGP, una MotoGP che non è ancora partita vista la pandemia di Covid-19.

In questi giorni di quarantena causa coronavirus il pesarese è spesso in diretta sui canali social, qualche giorno fa era stato protagonista di una videochat con Jovanotti e Fiorello dove c’erano state grandi risate (clicca qui per saperne di più)

Tanti gli argomenti trattati, dalla situazione attuale, passando all’esordio con la classe 500, ai tanti caschi speciali utilizzati al Mugello e Misano e nei test invernali, ad un pilota del passato da poter sfidare, in questo caso Kevin Schwantz e per finire Ayrton Senna, che oggi avrebbe compiuto 60 anni.

Dichiarazioni Valentino Rossi Situazione Coronavirus

“Qui da noi c’è una situazione difficile, in tanti stanno molto stanno male qui a Pesaro, così come anche a Rimini. Siamo tutti confinati in casa. Ho la barba lunga e non me la taglierò fino a che non finirà la quarantena. Noi siamo a casa con la Francy, la Stefy, i miei cani e il gatto Rossano. Mio fratello Luca è a qualche km da qua. Ho tanti amici bergamaschi (uno dei paesi più colpiti dal coronavirus), faccio il tifo per loro. A casa ho una piccola palestra, mi alleno tutti i giorni e cerco di tenermi in forma. Per il resto tempo “ludico”, Sky, Netflix e poi al simulatore, dove Sanchio (Mauro Sanchini, ndr) è campione del mondo! ”

Dichiarazioni Valentino Rossi esordio classe 500

“Mi ricordo benissimo il debutto, la 500 è stata la moto più desiderata, la più iconica. Ho debuttato a Novembre del 1999 a Jerez. Jeremy Burgess (il suo capo-tecnico di allora e che con Rossi ha vinto tantissimo, ndr) e Bernard (ancora suo attuale meccanico) si presentarono con dei maglioni a rombi e anche piuttosto brutti e Jeans attillati. Avevano un furgone a noleggio della Europcar e dentro c’era la NSR 500. Il primo impatto non è stato dei migliori, avevo firmato per la Honda e la HRC, mi aspettavo uno squadrone e invece c’erano solo loro due. Successivamente però appena vista la moto è stata un’esperienza indimenticabile. Non andava mai dritta, neanche in rettilineo. Rispetto alla 250 era di un altro pianeta. Mi ricordo che il primo giorno avevo fatto fatica, ma già il giorno successivo ero andato forte, ero stato veloce. Sono stato fortunato ho provato sia la 500 che la MotoGP, ma la 500 era molto più impressionante. La 4 tempi l’avevo provata dopo aver vinto la 8 ore di Suzuka con Colin Edwards, all’inizio non andava così forte, ero abbastanza preoccupato.”

Dichiarazioni Valentino Rossi Caschi speciali

“Abbiamo fatto tanti caschi speciali con Aldo Drudi, quello a cui sono più affezionato è quello del Mugello del 2008 con la mia faccia. Non so quanti siano come numero i caschi speciali, credo più di 100, potrebbero essere 120 tra caschi del Mugello, di Misano dei test invernali e della 8 ore di Suzuka.”

Dichiarazioni Valentino Rossi Partenza MotoGP 2020

“E’ stata dura non correre in Qatar, lo abbiamo saputo poco prima di partire. Non si sa quando torneremo in pista, ma credo vada per le lunghe. Hanno spostato gli europei di calcio e credo che non partiremo prima di luglio. Più che fare due gare a weekend punterei a farne 13, il numero minimo con lo standard MotoGP, ma sarà Ezpeleta con la Dorna a decidere.”

Dichiarazioni Valentino Rossi Lavoro se non fosse stato pilota

“Avrei fatto comunque lo sportivo, mi piace allenarmi, mi piace la sfida. Fortunatamente con le moto mi è andata bene, ma comunque avrei fatto qualcosa per non lavorare (ride, ndr). Sono bravo anche come Deejay, mi piace mixare, potrebbe diventare un lavoro; fare il Deejay e poi selfie con Vale.”

Dichiarazioni Valentino Rossi Sfida pilota passato

“Vorrei sfidare Schwantz, io con la Yamaha 500 e lui con la Suzuki 500, ovviamente due tempi. Mi piacciono tutti i piloti dell’era 500, Rainey, Doohan, Gardner, Kocinski e sicuramente me ne dimenticherò qualcuno.”

Dichiarazioni Valentino Rossi Ayrton Senna

“Ayrton è stato uno dei piloti più importanti della storia delle corse a tutti i livelli. In molti si sono ispirati a lui per diventare piloti. E’ stato il pilota con più talento della storia, avrebbe compiuto 60 anni, purtroppo non è più con noi, sarebbe stato bello conoscerlo.”


Leggi altri articoli in In evidenza

Lascia un commento

1 commento
  1. Avatar

    TONYKART

    24 Marzo 2020 at 00:44

    cosi’ ne perdi solo 13 quest anno….ahahahahahah

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati