MotoGP | Iannone tende la mano ad Aleix Espargarò ed elogia Massimo Rivola

Iannone ha aggiunto: "Rivola non mi ha lasciato mai solo così come tutti in Aprilia"

MotoGP | Iannone tende la mano ad Aleix Espargarò ed elogia Massimo RivolaMotoGP | Iannone tende la mano ad Aleix Espargarò ed elogia Massimo Rivola

Motomondiale MotoGP – Durante la presentazione dell’Aprilia avvenuta in Qatar poco prima dell’ultima sessione di test invernali, c’era stata una polemica a distanza tra i piloti della casa veneta Andrea Iannone e Aleix Espargarò.

A far “infuriare” lo spagnolo erano state le dichiarazioni del pilota abruzzese che si era preso i meriti dello sviluppo della nuova RS-GP.

Iannone che dal 2019 non guida più la sua moto causa sospensione per presunto doping (è ancora in attesa della sentenza, ndr), era stato comunque appoggiato dal reparto corse Aprilia, che aveva fatto sapere che la moto era stata sviluppata su indicazioni del pilota di Vasto.

Successivamente c’è stato lo stop a tutte le competizioni causa l’epidemia di coronavirus e in questi giorni dove tutti sono stati invitati a rimanere a casa, il #29 ha fatto una diretta Instagram con Max Biaggi, tendendo la mano al più “anziano”del fratelli Espargarò.

Dichiarazioni Andrea Iannone su Aleix Espargarò diretta Instagram Max Biaggi

“Sono molto felice di aver fatto un lavoro così importante a Noale. E soprattutto che hanno creduto in me Fin dall’inizio. Tutti in Aprilia hanno fatto un ottimo lavoro, ovviamente includo anche Aleix Espargaró, così che non si senta offeso. Ci piacciamo molto e ci siamo sempre trovati d’accordo.”

Iannone ha elogiato il nuovo CEO di Aprilia Racing ed ex Ferrari F1 Massimo Rivola.

Dichiarazioni Andrea Iannone su Massimo Rivola diretta Instagram Max Biaggi

“Il suo arrivo è stato un colpo di fortuna. L’anno scorso ha fatto molto bene. Ha superato personalmente le mie aspettative. Massimo è una persona molto importante per me, non mi ha mai lasciato solo e posso dire la stessa cosa di Aprilia nella sua interezza. Penso che molte cose sarebbero state diverse senza Massimo. Prima c’era solo Albesiano, che è più tecnico e non può svolgere il ruolo di direttore sportivo. Massimo è ora responsabile di tutto, tranne la sezione tecnica.”

In attesa della sentenza sul doping e sull’evolversi della pandemia di coronavirius, Iannone sta a casa #IoRestoaCasa.

Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati