MotoGP | Coronavirus: ipotesi due gare a weekend e nuovi circuiti

Il Presidente della FIM Jorge Viegas non scarta nessuna ipotesi

MotoGP | Coronavirus: ipotesi due gare a weekend e nuovi circuitiMotoGP | Coronavirus: ipotesi due gare a weekend e nuovi circuiti

Calendario MotoGP 2020 – E’ di oggi la notizia che dopo la cancellazione del Gran Premio del Qatar classe MotoGP (hanno corso le sole classi Moto3 e Moto2 solo perchè erano già al Losail International Circuit, ndr) e il rinvio della Thailandia, (il Gp verrà  disputato a ottobre) anche il GP di Austin, che si sarebbe dovuto disputare il prossimo 5 aprile (clicca qui per saperne di più) è stato rinviato (questa volta a novembre).

La Dorna e la FIM si trovano ora nelle condizioni di cercare “percorsi” alternativi e si fa strada l’ipotesi di due gare a weekend (un pò come avviene da tempo in Superbike) e magari su circuiti che solitamente non ospitano il Motomondiale, come ad esempio Portimao.

Al momento la prossima gara (sarebbe la prima per tutte e tre le classi) è prevista per il prossimo 19 aprile in Argentina, ma si dovrà fare i conti con il problema coronavirus, che è ormai presente in moltissimi paesi.

Ecco a tal proposito le parole del Presidente della FIM Jorge Viegas intervistato da “Catalunya Radio” così come riportate da AS.com.

Dichiarazioni Jorge Viegas Presidente FIM su recupero MotoGP 2020

“Non siamo chiusi a nessuna alternativa e gestiamo tutte le possibilità, da correre su circuiti che non sono in calendario, come Portimao o Estoril o addirittura tenere due gare sullo stesso circuito in un fine settimana. Se fosse necessario estendere il campionato fino al gennaio 2021 per completare le 20 gare, lo faremo senza esitazione. Le cose si evolvono così rapidamente che non possiamo dire nulla di concreto, ma insisto, non poniamo limiti. Lavoreremo con la massima flessibilità e immaginazione possibile e se avremo bisogno di usare le varianti che ho detto o altre che ci vengono in mente, lo faremo.”

Ricordiamo che per un Campionato del Mondo valido, i piloti devono aver disputato almeno 13 gare.

Leggi altri articoli in In evidenza

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati