MotoGP | Coronavirus, GP del Qatar a rischio?

Italiani e Giapponesi fermati per la prima gara in Qatar?

MotoGP | Coronavirus, GP del Qatar a rischio?MotoGP | Coronavirus, GP del Qatar a rischio?

Motomondiale 2020 CoronaVirus – Il Campionato del Mondo MotoGP è ormai alle porte, la prima gara è prevista per il prossimo 8 marzo in Qatar, ma è a rischio a causa dell’espandersi del coronavirus.

Sale infatti la preoccupazione per l’escalation di contagi e soprattutto in Italia negli ultimi giorni, in special modo nel nord (Lombardia, ma anche Veneto) c’è stato un vero e proprio allarme, con soggetti in quarantena e anche undici vittime.

Molti Team della MotoGP tra cui Yamaha, Suzuki, Aprilia, LCR-Honda, Aprilia Racing, Ducati Corse e Pramac Ducati hanno le sedi nel nord Italia e questo potrebbe essere un problema.

Così come riporta Speedweek.com il team Suzuki Ecstar ha vietato a tutti i tecnici della MotoGP di tornare a casa dopo il test in Qatar e anche la Yamaha ha lasciato tutti gli ingegneri giapponesi a Doha, mentre i membri del team sono stati autorizzati a tornare a casa. Restano però in stato di allerta: potrebbero partire da un momento all’altro nel caso in cui dal Qatar arrivino notizie negative circa lo sbarco sul suolo qatariota di italiani e giapponesi.

Anche la Honda ha vietato ai membri giapponesi del team di tornare a casa tra il test e la gara. A rischio anche il GP del Texas. Negli Stati Uniti sono già in atto restrizioni. Chiunque sia stato in Cina negli ultimi 14 giorni non può più entrare negli Stati Uniti.

La situazione è in continuo evolversi, ma è chiaro che se le squadre sopra citate avranno problemi con i propri membri, il GP del Qatar potrebbe non svolgersi.

Leggi altri articoli in In evidenza

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati