MotoGP | Test Qatar Day 3: Marc Marquez, “Abbiamo fatto un grande passo avanti” [VIDEO]

Marquez ha aggiunto: "Abbiamo una direzione da seguire quando torneremo per la gara"

MotoGP | Test Qatar Day 3: Marc Marquez, “Abbiamo fatto un grande passo avanti” [VIDEO]MotoGP | Test Qatar Day 3: Marc Marquez, “Abbiamo fatto un grande passo avanti” [VIDEO]

Test Qatar Day 3 Repsol Honda Team – Marc Marquez ha chiuso i test IRTA della MotoGP in Qatar con il settimo tempo.

Al Losail International Circuit, tracciato che tra due settimane ospiterà la prima gara del Motomondiale 2020, il Campione della Honda ha incontrato più difficoltà del previsto ed è addirittura salito sulla moto di Takaaki Nakagami per finire la sessione, la RC213V 2019, ma alla fine sembra aver trovato la soluzione ai suoi problemi.

La nuova Honda sembra molto difficile da guidare e lo testimoniano anche le opache prestazioni di Cal Crutchlow, 18esimo a 0.972s dalla vetta, occupata oggi da Maverick Vinales, ma provando parti della moto 2019, i problemi sembrano molto meno evidenti.

Alla fine l’otto volte iridato ha voluto ringraziare la Honda per la grande mole di lavoro e rimane fiducioso per la gara.

Dichiarazioni Marc Marquez Test MotoGP Qatar Day 3

“Dopo i primi due giorni ero un po’ preoccupato in tutta onestà, perché stavamo faticando per capire come migliorare dove dovevamo. Ma oggi abbiamo fatto un grande passo avanti e ora capiamo cosa dobbiamo fare, sono davvero contento di quello che abbiamo fatto. Sono stato in grado di essere davvero costante e sono contento del mio ritmo. Devo ringraziare di cuore la Honda, gli ingegneri e i miei meccanici perché hanno lavorato molto in questo test e i risultati lo dimostrano. Abbiamo una direzione da seguire quando torneremo qui per la gara. Ho usato parte della moto 2019 perché ci sbagliavamo. Non capivo cosa stesse succedendo, era caduto e avevo dato la colpa alla spalla, ma anche gli altri piloti Honda hanno sofferto. Abbiamo creato un mix per sapere dov’era il problema e ho abbassato il tempo dello scorso anno di un secondo.”


Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati