Superbike | Le derivate di serie sostengono con un’asta benefica l’Australia

Il WorldSbk si mobilita per aiutare il Paese che ospita il primo round della stagione, colpito dagli incendi boschivi

Superbike | Le derivate di serie sostengono con un’asta benefica l’AustraliaSuperbike | Le derivate di serie sostengono con un’asta benefica l’Australia

Prima del via della stagione 2020, in programma il prossimo fine settimana al Phillip Island Grand Prix Circuit, il Campionato del Mondo MOTUL FIM Superbike ha deciso di dar vita a un’asta benefica in sostegno delle popolazioni colpite dai recenti incendi boschivi che hanno coinvolto l’Australia. I fondi raccolti saranno destinati a BlazeAid, un’organizzazione di volontari presente tra le famiglie delle campagne e delle persone che sono state colpite dai fuochi e dalle inondazioni. BlazeAid è nata nel 2009 e sono stati oltre 20.000 i suoi volontari impegnati nelle operazioni di contrasto agli incendi boschivi.

L’asta benefica del WorldSBK è organizzata attraverso CharityStars e vedrà come protagonista un’incredibile selezione di merchandising dei piloti e delle squadre ma anche fantastiche esperienze per tutti i tifosi. Tra i pezzi imperdibili ci sono caschi esclusivi, le tute, i guanti e tanto altro che fa parte dell’abbigliamento delle squadre e che è davvero imperdibile.

Il debuttante Scott Redding (ARUBA.IT Racing – Ducati) è uno dei piloti che offre le sue tute utilizzate durante i test, senza dimenticare anche il casco del suo compagno di squadra Chaz Daviesoltre ai guanti e alla visiera di Toprak Razgatlioglu(Pata Yamaha WorldSBK Official Team). Anche il campione del mondo in carica Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK) ha donato i suoi guanti e gli stivali mentre Michael van der Mark(Pata Yamaha WorldSBK Official Team) ha offerto le sue saponette, la visiera e gli stivali. Il parafango del BMW Motorrad WorldSBK Team firmato da Tom Sykes e dal suo compagno di squadra Eugene Laverty è un altro pezzo da non perdere.

Sono disponibili anche delle esperienze imperdibili che Dorna WSBK Organization offre tra cui i pass esclusivi per accedere alla pit lane oltre alle possibilità di vivere il dietro le quinte: il modo migliore per ogni appassionato del WorldSBK che vuole assistere da vicino al Campionato del mondo di velocità delle derivate di serie. Sono inclusi due coppie di Pass per il WorldSBK Pit Lounge valido per ogni Round del 2020 (a scelta del miglior offerente) e un paio di pass per l’Esperienza del Dietro le Quinte del WorldSBK che consente a chi se lo aggiudica di vivere un fine settimana davvero unico a partire dall’accesso in griglia oltre a un giro a bordo della Safety Car e tanto altro.

L’asta benefica parte il 17 febbraio e termina il 3 marzo: non perdere la possibilità di vivere un pezzo di storia del WorldSBK e allo stesso tempo di aiutare il Paese che ospiterà il primo Round del 2020. L’Australia è stata, è e continuerà a essere vicina al paddock del World Superbike con Phillip Island che da molto tempo è ormai presenza fissa in calendario e che 10 anni fa è stata lo scenario dell’arrivo più ravvicinato di sempre nella classe regina delle derivate di serie. Alcuni dei nomi più importanti della storia di tutti gli sport tra cui Troy Corser e Troy Bayliss sono australiani e hanno quindi un grande legame con il cuore del paddock.

Leggi altri articoli in Superbike

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati