MotoGP | Presentazione Ducati 2020: Andrea Dovizioso, “Sarà la stagione della sfida”

Dovizioso ha aggiunto: "Non so cosa potrà succedere per il contratto, è presto per parlarne"

MotoGP | Presentazione Ducati 2020: Andrea Dovizioso, “Sarà la stagione della sfida”MotoGP | Presentazione Ducati 2020: Andrea Dovizioso, “Sarà la stagione della sfida”

Motomondiale 2020 Presentazione Ducati Team MotoGPAndrea Dovizioso ha parlato durante la presentazione della nuova Ducati Desmosedici GP20, moto con la quale affronterà la prossima stagione del Motomondiale, che prenderà il via il prossimo 8 marzo in Qatar.

L’obiettivo del forlivese è quello di tornare in lotta per il titolo mondiale, che negli ultimi tre anni gli è sfuggito a favore di Marc Marquez.

A fine anno scadrà il suo contratto, così come quello degli altri big, ma al momento non è un pensiero che preoccupa il “Dovi”.

Per lui molte novità: sparito dalla tuta “DesmoDovi”, al suo posto c’è la parola inglese ‘undaunted.

“In Italiano possiamo tradurlo come stai ben dritto, imperterrito, concentrato verso l’obiettivo, che è quello che serve per vincere il Mondiale”, ha detto. Cambia anche il font per il suo numero 04 ed infine “DesmoDovi”, pardon “undaunted” ha un nuovo casco ispirato ai Cavalieri dello Zodiaco, manga giapponese ed in particolare a Pegasus, personaggio del 1986.

Ecco cosa ha detto il #04 della casa di Borgo Panigale.

Dichiarazioni Andrea Dovizioso Presentazione Ducati GP20 MotoGP

“Sarà la stagione della sfida. Sono tranquillo e ben focalizzato. Sono concentrato sul mio lavoro, quello personale e quello da fare con la moto. Sono partito da metà dicembre a lavorare su alcuni parametri. Abbiamo un bel programma mi piace avere le cose precise. Abbiamo già lavorato tanto. Sono allenato, pronto e rilassato. E’ importante arrivare così ai test. A Sepang dovremo provare tutto e anche molte novità, è logico che alcune scelte e come ti trovi con la moto fa la differenza, ma anche come ci arrivi fa la differenza. Dobbiamo ancora rifinire molte cose. Non so cosa può succedere per il contratto. Avere un’opinione in questo momento non ha senso, quello che conta è il risultato e bisogna concentrarsi su questo. Ho già iniziato a lavorare per raggiungerli e continuerò a farlo. L’importante sarà continuare a lavorare il resto si vedrà, ma vale per tutti i piloti. E’ un mercato completamente aperto, ma sinceramente non cambia niente a me. Ho finito la stagione 2018 molto competitivo, ma l’anno dopo non è andata così e non a caso. Per me è chiaro cosa sia successo. Avere troppe aspettative o dire certe cose in questo momento non ha senso. Possono succedere talmente tante cose che condizionano tutto l’anno. Hai tanto potere sulle tue cose ma non su quello che fanno glia altri. Se ti impegni i risultati arrivano e quello che fanno gli altri non dipende da me.”

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in In evidenza

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati