MotoGP | Shinichi Sahara (Suzuki), “Dobbiamo lavorare più duramente”

"Speravo in più podi, la posizione in classifica non rispecchia il nostro potenziale" ha aggiunto il Project Leader della casa di Hamamatsu

MotoGP | Shinichi Sahara (Suzuki), “Dobbiamo lavorare più duramente”MotoGP | Shinichi Sahara (Suzuki), “Dobbiamo lavorare più duramente”

MotoGP – La stagione 2019 della Suzuki è stata molto altalenante, tra gare spettacolari in cui la GSX RR ha lottato per le prime posizioni ed altre al limite dell’anonimato, ha chiuso il campionato in quinta posizione.

Grazie ad Alex Rins la casa di Hamamatsu ha potuto festeggiare ben due vittorie, Austin e Silverstone, ed un secondo posto a Barcellona, ma i 301 punti raccolti non bastano più agli uomini della Suzuki che, per voce del Project Leader, Shinichi Sahara, ha ammesso di volere di più e più continuità.

Dichiarazioni Project Leader Shinichi Sahara

“La stagione 2019 è stata davvero positiva per noi, abbiamo celebrato due vittorie con Alex Rins e abbiamo assistito alla rapida progressione di Joan Mir nonostante il suo infortunio. Ma ad essere sincero, speravo in più podi. Anche la posizione nella classifica del team non riflette completamente il nostro vero potenziale, quindi dobbiamo lavorare di più. Non credo che dobbiamo cambiare la direzione dello sviluppo perché abbiamo una moto ben bilanciata, ma dobbiamo aggiornare e migliorare le prestazioni in generale. Mi piace l’atteggiamento di Alex, perché è sempre pronto a combattere ed è sempre in grado di migliorare, anche quando la sua posizione in qualifica non è buona. Non ho dubbi sul fatto che Mir abbia il potenziale per diventare un top rider nel prossimo futuro. Il suo incidente e infortunio a Brno hanno influenzato la sua prestazione nella seconda parte della stagione e gli è costato molto. Nonostante tutto, si è avvicinato al podio in molte gare. ”

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati