Superbike | Round Qatar, Gara2: Bautista chiude positivamente la stagione

Per lui è già tempo di pensare alla prossima stagione in Honda

Superbike | Round Qatar, Gara2: Bautista chiude positivamente la stagioneSuperbike | Round Qatar, Gara2: Bautista chiude positivamente la stagione

Alvaro Bautista (ARUBA.IT Racing – Ducati) ha chiuso la sua prima stagione nel Campionato del Mondo MOTUL FIM Superbike con due podi sul Losail International Circuit: dopo il secondo posto nella Tissot Superpole Race, in Gara 2 ha concluso infatti terzo dietro Davies e Rea.

È scattato dalla settima casella in griglia prima di recuperare e andarsi a prendere la seconda piazza che era di Alex Lowes (Pata Yamaha WorldSBK Team). Era chiaro che puntasse alla vittoria e insieme a Jonathan Rea ha dato vita a una grande Gara 2 che ha visto il 17° successo del nordirlandese. Bautista è stato battuto sulla linea del traguardo dal compagno di squadra Davies.

In merito all’ultimo podio raggiunto con il team ARUBA.IT Racing – Ducati, Bautista ha detto: “È sempre bello chiudere la stagione con un podio anche se il nostro fine settimana è stato molto complicato. Oggi abbiamo provato setup diversi e avevo dei problemi di grip ma forse abbiamo fatto un errore anche se le condizioni della pista miglioravano sempre più. Alla fine abbiamo sbagliato e perfino nel Warm Up stamattina non mi sentivo a mio agio dopo una modifica ma siamo comunque riusciti a salire sul podio”.

È stata una stagione da record per Bautista nel WorldSBK dato che è diventato il primo pilota a vincere tutte le 11 gare iniziali da debuttante. 24 podi e 16 vittorie insieme a 15 giri veloci e otto partenze dalla prima fila con 252 giri trascorsi in testa: la prima annata di Bautista nella classe regina delle derivate di serie è stata solo un anticipo di quello che ci attende nel 2020 quando andrà a caccia del titolo mondiale con il team tutto nuovo firmato Honda.

Superbike | Round Qatar, Gara2: Bautista chiude positivamente la stagione
1 (20%) 1 vote[s]
Leggi altri articoli in Superbike

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati