MotoGP | Ufficiale, Zarco sulla Honda di Nakagami dal GP d’Australia

Il pilota francese sarà in sella alla RC213V del Team di Lucio Cecchinello

MotoGP | Ufficiale, Zarco sulla Honda di Nakagami dal GP d’AustraliaMotoGP | Ufficiale, Zarco sulla Honda di Nakagami dal GP d’Australia

MotoGP Honda ZarcoJohann Zarco correrà le ultime tre gare del Motomondiale 2019 in sella alla Honda del Team LCR.

Lo avevamo anticipato qui ed ora è ufficiale. L’ex pilota di Yamaha e KTM salirà in sella alla RC213V del giapponese Takaaki Nakagami (che si opererà alla spalla dopo il GP del Giappone) in Australia, in Malesia e a Valencia.

E’ questa una grande opportunità per Zarco, che dopo la traumatica separazione dalla KTM sembrava fuori dai giochi e che da molti era dato come futuro tester Yamaha MotoGP nel Team che verrà capitanato dall’attuale tecnico di Valentino Rossi, Silvano Galbusera.

Parlato di aspetti positivi, ce ne potrebbero essere anche di negativi, questo nel caso in cui il due volte Campione del Mondo della Moto2 non riuscisse ad ottenere quanto desiderato da lui e dalla casa di Tokyo. Zarco vuole “vincere” la sfida e provare a “soffiare” il posto a Jorge Lorenzo in ottica 2020.

Dichiarazioni Johann Zarco ingaggio Honda LCR

“E’ una grande opportunità poter disputare le ultime gare della stagione in sella alla Honda LCR. Sono davvero grato di avere questa possibilità e farò del mio meglio per ottenere buoni risultati e godermi il tempo, perché queste potrebbero essere le ultime tre gare che disputerò per un pò. Vorrei ringraziare KTM per avermi fatto salire in sella ad una nuova moto. Vedremo cosa potrò fare. Prima di tutto so già che mi piacerà la pista di Phillip Island, è un circuito veloce e penso il feeling possa essere buono. Incrociamo le dita e vedremo cosa sarà possibile fare. L’obiettivo è guidare a un buon ritmo e riscoprire alcune delle belle sensazioni che avevo in precedenza.”

MotoGP | Ufficiale, Zarco sulla Honda di Nakagami dal GP d’Australia
5 (100%) 1 vote[s]
Leggi altri articoli in In evidenza

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati