Superbike | Round Magny-Cours: si rivede Leon Camier

Il pilota inglese della Honda torna finalmente in azione dopo l'infortunio capitato a Imola

Superbike | Round Magny-Cours: si rivede Leon CamierSuperbike | Round Magny-Cours: si rivede Leon Camier

Al Circuit de Nevers Magny-Cours rivedremo finalmente in pista Leon Camier, assente per un lungo periodo causa infortunio patito nel corso del round di Imola: il pilota del team Moriwaki Althea Honda sarà regolarmente al via delle prime prove libere, a seguito delle quali si sottoporrà ad un nuovo controllo medico per verificare le sue condizioni.
Se otterrà il via libera dei dottori potrà prendere parte al round.

Camier è stato uno dei piloti più sfortunati nelle ultime due annate, vittima di grandi infortuni che lo hanno costretto a saltare gran parte del campionato: comprensibile quindi che il 33enne non veda l’ora di ritornare nella top ten, cosa che non avviene da Gara 2 a Phillip Island.

“Sono felice e impaziente di tornare in squadra per correre in questo fine settimana. Essere stato costretto a restare fuori è stata dura ma questa era la situazione e quindi mi sono concentrato sul recupero per tornare in pista prima possibile, dedicandomi alla fisioterapia e all’allenamento”- ha detto il pilota inglese.

Camier ha saltato gran parte della stagione a causa dell’infortunio che lo ha fatto scivolare in 17^ posizione nella classifica generale del mondiale, nonostante sia ancora la migliore Honda e a soli 17 punti di distacco da Eugene Laverty (Team Goeleven). L’obiettivo di Camier è di uscire sano e salvo da questo fine settimana, nonostante le sfide tecniche e fisiche che presenta il circuito francese.
Sui suoi obiettivi per il prossimo fine settimana, il pilota inglese ha detto: “Dall’operazione, la mia spalla è migliorata giorno dopo giorno e ora non vedo l’ora di tornare in sella alla moto venerdì. Probabilmente non sarò al 100% dalle Prove Libere 1, ma non credo di avere problemi durante tutta la tre giorni”.

Leggi altri articoli in Superbike

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati