MotoGP | Gp Aragon Gara: Jorge Lorenzo, “Ci sono alcuni aspetti positivi” [VIDEO]

Il maiorchino della Honda ha chiuso in ventesima posizione

MotoGP | Gp Aragon Gara: Jorge Lorenzo, “Ci sono alcuni aspetti positivi” [VIDEO]MotoGP | Gp Aragon Gara: Jorge Lorenzo, “Ci sono alcuni aspetti positivi” [VIDEO]

MotoGP Gp Aragon Honda RepsolJorge Lorenzo ha chiuso il Gran Premio di Aragon, contraddicessimo tappa del Motomondiale 2019, in 20esima posizione.

IL pilota Honda partito dalle retrovie, dopo una timida rimonta ha lottato per tutta la gara con il grip al posteriore perdendo progressivamente posizioni nel finale.

Dichiarazioni Jorge Lorenzo Repsol Honda Team Gp Motorland Aragon Gara

“All’inizio della gara ero molto fiducioso di un buon risultato, sono partito bene ed ero piuttosto competitivo nei primi giri. Purtroppo ho sentito un grande calo sulla gomma posteriore e ho lottato per il grip al posteriore da inizio gara. Ho cercato di gestirlo provando a far scorrere di più la moto, ma ha funzionato solo in parte. E’ un peccato, avrei preferito iniziare la gara male e finire forte. Possiamo prendere aspetti positivi, abbiamo imparato di più l’ambiente e sono stato contento di come alcune sessioni siano andate questo fine settimana. Congratulazioni a Marc e il Team Repsol Honda per una grande vittoria “.


MotoGP | Gp Aragon Gara: Jorge Lorenzo, “Ci sono alcuni aspetti positivi” [VIDEO]
5 (100%) 2 vote[s]
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

6 commenti
  1. Avatar

    MSC crociere

    22 settembre 2019 at 19:02

    Effettivamente nei primi giri ha lottato con sorpassi e controsorpassi con Nakagami che era 13esimo poi ha fatto una gara a gambero in stile ducati con la differenza che con Ducati perdeva posizioni dopo essere stato in testa..qui era già tredicesimo e si è ritrovato ultimo.

    Secondo me a differenza di Ducati che aveva bisogno di lui per vincere il mondiale, in Honda non si stanno sbattendo più di tanto per accontentarlo perchè a loro va bene anche cosi.
    Sanno che l’unico pilota che può battere Marquez ce l’hanno in casa messo all’angolino e finchè lo tengono li lo controllano anche meglio e non dovrebbe dare problemi.
    A Honda fa comodo a costo di avere 1 sola moto in lotta per il campionato. Ma almeno sono sicuri di vincerlo con Lorenzo fuori dai giochi sulla loro moto.
    Ho paura che Jorge stavolta dovrà farcela completamente da solo e mi spiace perchè se gli dessero una moto che segua le sue esigenze ne guadagnerebbe lo spettacolo

    • Avatar

      TONYKART

      22 settembre 2019 at 21:17

      Scusa ma io è un po di anni che vedo un Lorenzo che non fa paura,mi sembra fantascienza che honda abbia preso lorenzo per evitare che rubava il mondiale a marquez ..mah

      • Avatar

        MSC crociere

        22 settembre 2019 at 22:11

        Negli ultimi 3 anni il vero Lorenzo l’abbiamo visto solo dal Mugello 2018 ad Aragon 2018 cioè quando ha avuto la moto che chiedeva e non era infortunato.
        Con un Lorenzo a posto Marquez avrebbe vita molto dura, magari la spunterebbe lo stesso, come nel 2013 ma non passeggiando sicuramente

  2. Avatar

    ligera

    23 settembre 2019 at 00:35

    Certo che per trovare aspetti positivi nella sua prestazione bisogna essere dei grandi ottimisti.
    Sarà perchè in certi GP, quando era in Ducati, a me, pareva solo che lottasse per stare davanti a Dovizioso e per questo gli ha pure rovinato diverse gare, non mi sta molto simpatico (per non volere essere pesanti), ma non vedo più il Lorenzo di alcuni anni fa, nemmeno di sfuggita ai box. Ho la netta sensazione che stia mollando psicologicamente. Capisco che gli infortuni avuti in sella alla Honda non aiutano, capisco che non sentendo l’anteriore, guidarla diventa impossibile, ma Lui non si sta dando certo una smossa per risolvere, almeno in parte, questa annata disastrosa. La Honda è fatta ad immagine e somiglianza di Marc Marquez, tanto che gli altri piloti raramente, mooolto raramente si riescono a mettere in mostra. Mi pare di rivedere la stessa storia vissuta in Ducati con Stoner. Al netto di tutte le differenze tra i due momenti, in Ducati Stoner andava forte e ci vinceva, i suoi compagni di team, quando andava bene, ma doveva andare davvero bene, restavano dentro i 10 secondi di distacco. Non credo che in Honda, proprio come dice il “mio crocerista preferito”, abbiano voglia di lavorarci sopra (chi vince è già in casa loro) col rischio di cambiare l’alchimia instauratasi tra Marquez e Moto. Lorenzo ha sbagliato nel volere passare troppo presto in Honda e sta sbagliando ora a volere rimanere ancora il prossimo anno. Se non c’è posto in Ducati (e non lo credo, una soluzione si trova, basta volerlo), provi con la Suzuki, rompa le scatole alla Yamaha (come fece Vale quando lasciò la Ducati, pareva che in Yamaha non lo volessero più, poi dall’altro della direzione MotoGP accadde il miracolo e Vale trovò immediatamente quel sedile nel team ufficiale che sarebbe dovuto andare a Dovizioso. Grazie tante Dorna, mi hai fatto felice). La Honda sta rovinando la carriera di Lorenzo, ma al contempo, anche Lorenzo ci sta mettendo del suo (a mio parere ovviamente).

    Grande Dovizioso
    Grande Ducati

    • Avatar

      TONYKART

      23 settembre 2019 at 01:45

      concordo,in ducati alla fine aveva rovinato qualche gara a dovizioso anche quando non c’era il motivo,dopo il mugello ha vinto qualche gara ma e’ andato anche in terra quindi e’ tutto da vedere che se avesso fatto un altra stagione avrebbe lottato per il mondiale,io non credo proprio……..nelle condizioni attuali puo’ anche smettere,non penso che abbia la voglia di rischiare di rimanere paralizzato in caso di un altra frattura,e non penso che qualcuno voglia portarselo a casa con le prestazioni che sta dimostrando,troppi giovani che iniziano ad andare veramente forte,a cosa serve lorenzo?????………

  3. Avatar

    MSC crociere

    23 settembre 2019 at 13:01

    Però in Ducati quando è arrivato il fatidico adattamento alla moto, ha inanellato pole positions podi e vittorie in maniera molto simile al periodo Yamaha. Purtroppo ci si è messo l’infortunio e non sapremo mai come avrebbe concluso la stagione; io sono convinto che con quella moto potesse puntare al titolo nel 2019, e se Ducati ha ripensato a lui vuol dire che cosi bollito non era e cosi male non ha fatto.

    Io spero che Honda lo assecondi a livello tecnico perchè sono un suo tifoso e perchè è vero che i giovani sono forti, ma non c’è ancora nessuno in vista che abbia la concretezza necessaria per puntare al titolo, nemmeno Vinales o Rins.
    Finora hanno fatto tanti proclami dicendo di poter intraprendere uno sviluppo parallelo ma di fatti non se ne sono visti.
    Sanno che con Ducati, Suzuki o Yamaha sarebbe molto scomodo quindi stanno semplicemente annullando un avversario tenendolo in casa loro. E male che vada, dovesse miracolosamente adattarsi alla loro moto, andrà sempre a loro vantaggio.
    Diciamo che se Honda non lo aiuta, Jorge a mio avviso è in scacco matto anche per l’anno prossimo, non può adattarsi a questa moto cosi com’è e non andrà mai via perchè è testardo

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati