Superbike | Round Portimao, Gara2: Bautista vince in volata su Rea

Sotto la bandiera a scacchi, allo spagnolo basta un decimo per tornare alla vittoria

Superbike | Round Portimao, Gara2: Bautista vince in volata su ReaSuperbike | Round Portimao, Gara2: Bautista vince in volata su Rea

Alvaro Bautista (ARUBA.IT Racing – Ducati) si mette alle spalle un periodo complicato, condizionato da troppi “zero” in classifica e da un infortunio, grazie alla splendida vittoria in Gara2 a Portimao: lo spagnolo si trova ora a 91 lunghezze dal leader della classifica generale Jonathan Rea quando ci sono ancora nove gare a disposizione.
Non sarà facile contro un avversario come il pilota Kawasaki ma se per Bautista il titolo ormai sembra poco realistico, certamente il pilota Ducati punterà a rendere la vita non facile al rivale nei tre round che mancano alla fine del Campionato.

Tornando alla gara di ieri, Bautista, scattando dalla seconda fila, non è riuscito a fare una buona partenza ed è rimasto fermo in sesta posizione durante tutto il primo giro: per lui la rimonta è iniziata solo una tornata dopo, dove era già davanti a Michael van der Mark (Pata Yamaha WorldSBK Team).
Due giri più tardi, il pilota di Toledo ha superato anche Alex Lowes (Pata Yamaha WorldSBK Team) mettendosi all’inseguimento di Leon Haslam (Kawasaki Racing Team WorldSBK), sopravanzandolo alla curva 1 prima di concentrarsi su Toprak Razgatlioglu (Turkish Puccetti Racing) nel corso del giro successivo.

Per lo spagnolo era arrivato il momento di battere Rea che a sua volta era già riuscito a piazzare la sua Kawasaki davanti a quella della giovane promessa turca, a quel punto in terza posizione. Il nordirlandese si è così trovato ad un secondo indietro rispetto a Bautista che, questa volta, è riuscito ad avere la meglio.

“È stato un fine settimana complicato per me soprattutto perché mi fa ancora male la spalla e non mi sento al 100%. Ieri (sabato) ho usato molte energie dopo l’incidente alla curva 1 e questa mattina mi sentivo peggio rispetto a ieri. Questo pomeriggio ho perso delle posizioni all’inizio della corsa e ho dovuto fare una rimonta ancora più impegnativa ma non ero preoccupato perché ero al comando del gruppo” – ha spiegato Bautista – “Durante gli ultimi due giri ho spinto molto e le gomme ne hanno risentito, non riuscivo più ad essere forte come avrei voluto. Sono stato fortunato che si trattasse dell’ultima tornata perché non avevo più forza, quindi posso dire di essere molto contento. Fino a quando la matematica lo permette, devi batterti fino alla fine. Faremo del nostro meglio e poi vedremo quale sarà il risultato finale”.

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Superbike

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati