Superbike | Ufficiale: Scott Redding prende il posto di Alvaro Bautista

Il pilota britannico affiancherà Chaz Davies nell'Aruba Racing Team Ducati nel 2020

Superbike | Ufficiale: Scott Redding prende il posto di Alvaro BautistaSuperbike | Ufficiale: Scott Redding prende il posto di Alvaro Bautista

La notizia era nell’aria già da qualche mese ma ora arriva l’ufficialità da parte di Ducati: accanto al confermato Chaz Davies il prossimo anno vedremo Scott Redding in sella alla Ducati Panigale V4 R ufficiale dell’Aruba Racing Team.

Il 26enne pilota inglese, dopo cinque anni di MotoGP, quest’anno è impegnato nel British Superbike Championship, dove è al momento secondo grazie a sei vittorie e cinque pole position, con la Ducati Panigale V4 R del team Be Wiser Racing.

“Sono davvero molto contento! Entrare a far parte del team Aruba.it Racing – Ducati è qualcosa che desideravo da tempo, perché lavorare con una squadra con cui potrò lottare per il titolo mondiale è davvero una grande opportunità per me” – ha detto Redding – “Ovviamente adesso rimarrò focalizzato al 100% sul British Superbike Championship, perché voglio provare a vincere questo campionato con la Ducati del team Be Wiser Racing prima di tornare a correre nuovamente in un campionato del mondo. Desidero ringraziare tutti quelli che hanno reso possibile questo sogno, e non vedo l’ora di salire in sella alla Panigale V4 R ufficiale nel mondiale Superbike!”.

Soddisfatto anche il team principal Stefano Cecconi: “È con grande piacere che diamo il benvenuto a Scott nel nostro team. Pur essendo un rookie nel BSB, alla prima esperienza con la Panigale V4R e con tante piste mai viste, Scott ha dimostrato da subito di essere velocissimo e di poter puntare dritto al titolo. Per questo abbiamo seguito con interesse ed apprezzato le sue prestazioni ben prima di trovarci a scegliere chi affiancare a Chaz nelle prossime stagioni. Con la sua determinazione ed esperienza sono convinto che potrà essere veloce fin da subito anche con la moto in versione WSBK. Saluto Alvaro con affetto e lo ringrazio per le emozioni incredibili che ci ha regalato quest’anno, sarà sicuramente un avversario duro da battere! Adesso però dobbiamo concentrarci sulla stagione in corso: non siamo più in vantaggio, ma il mondiale è ancora aperto e metteremo tutto il nostro impegno per concludere in bellezza la nostra collaborazione”.

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Primo Piano

Lascia un commento

2 commenti
  1. Avatar

    Bubu

    29 agosto 2019 at 12:34

    Prima sembrava che Bautista fosse la reincarnazione di Dio in terra, ora lo cambiano prima della fine del campionato. La politica della Ducati? Una vera me**a……

    • Avatar

      frenk

      31 agosto 2019 at 08:52

      NON E STATA LA DUCATI A MONDARLO VIA E STATO LUI A D ANDARE VIA DIETRO PRESSIONI DELLA HONDA, E KTM, INFORMATEVI BENE PRIMA DI DARE GIUDIZI.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati