MotoGP | Gp Brno: Lin Jarvis (Yamaha) su Rossi, “Mai parlato di ritiro” [VIDEO]

"Nei test non vedremo la moto 2020" ha aggiunto il Managing Director di Yamaha

MotoGP | Gp Brno: Lin Jarvis (Yamaha) su Rossi, “Mai parlato di ritiro” [VIDEO]MotoGP | Gp Brno: Lin Jarvis (Yamaha) su Rossi, “Mai parlato di ritiro” [VIDEO]

MotoGP – Nel corso della pausa estiva una nelle notizie che ha fotto più clamore è stata l’intervista di Lin Jarvis, Managing Director di Yamaha, nella quale ha parlato del futuro della squadra e di Valentino Rossi.

Nella lunga intervista, che potrete leggere qui, Jarvis ha fatto una dichiarazione: “Il futuro della Yamaha non passa attraverso Rossi”, che secondo lui è stata fraintesa. Con la ripartenza del Motomondiale dopo la pausa estiva, il managing Director di Yamaha ha avuto modo di fare chiarezza ai microfoni di Sky Sport MotoGP.

Lin Jarvis fa il punto sulla situazione di Valentino Rossi

“Bisogna considerare con attenzione anche le domande, non solo le risposte, quando si legge un’intervista” ha detto Jarvis ai microfoni di Sky Sport MotoGP. “È molto facile estrapolare poche parole e creare uno scandalo. Quando mi è stato chiesto del futuro, ho detto che anche il presidente di Yamaha guarda avanti, non ho mai detto che Valentino va in pensione, non ho mai detto che licenzieremo Rossi, o che lui stesso sia intenzionato a chiudere la carriera alla fine di questa stagione. Queste sono cose create dai giornalisti. Come aiutare Rossi? Dobbiamo lavorare meglio nel box per sistemare la sua moto. Non parliamo solo del 2020, ma anche delle prossime 10 gare, questo è importantissimo. È molto complesso mettere a posto una moto, ma di sicuro possiamo fare meglio e dobbiamo farlo per lui. Quanto siamo lontani dalla messa a punto ideale? Siamo vicini, la moto va, siamo in difficoltà sempre in qualifica e quando il pilota inizia la gara in 12^ o 17^ posizione la situazione è difficile. È importante lavorare meglio e partire nei primi 10”.

Il managing Director di Yamaha ha poi parlato dei test di lunedì

“Saranno molto importanti per diversi aspetti, ma non vedremo il prototipo completo del 2020. Stiamo lavorando molto, abbiamo fatto diversi cambiamenti, ma la moto completa si vedrà solo l’anno prossimo. Sono molto ottimista, le modifiche effettuate hanno già dato risultati positivi, abbiamo un bel piano”.


Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

2 commenti
  1. Avatar

    nandop6

    2 agosto 2019 at 12:36

    Jarvis, non ti preoccupare, hai solamente dato un po di felicità a “persone” che vivono una triste vita. Un applauso ai giornalai…

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati