Superbike | Round Laguna Seca, Gara1: Rea vince e vola in classifica

Ennesima caduta per Bautista: la strada verso il mondiale è sempre più in salita

Superbike | Round Laguna Seca, Gara1: Rea vince e vola in classificaSuperbike | Round Laguna Seca, Gara1: Rea vince e vola in classifica

Cosa succede ad Alvaro Bautista? La prima gara del Geico US Round al WeatherTech Raceway di Laguna Seca va in archivio con l’ottava vittoria in stagione di Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK) e l’ennesima caduta dello spagnolo che lascia la corsa nelle prima fasi.

Ora il distacco in classifica si fa importante: 49 punti a cui si aggiunge l’opposto stato psicologico dei due rivali.

In casa Aruba.IT Racing – Ducati ci pensa Chaz Davies a salvare la situazione con un bel secondo posto, ma è troppo poco pensando a un mondiale che solo due mesi fa era saldamente nelle mani di Alvaro Bautista.

Passando alla cronaca della gara, Rea ha fatto una partenza magistrale prendendo fin da subito vantaggio sui due ducatisti. Toprak Razgatlioglu (Turkish Puccetti Racing) non è partito bene e si è trovato in quarta posizione alla curva 5. Al contrario del pilota turco, Tom Sykes (BMW Motorrad WorldSBK Team) ha fatto uno scatto felino dalla quarta casella ma ha poi perso una posizione a vantaggio di Jordi Torres (Team Pedercini Racing).

È stato stabilito il nuovo record del circuito, prima firmato da Davies al secondo giro e poi è stato abbassato ulteriormente alla tornata successiva dal suo compagno di box, lo spagnolo è diventato il primo pilota a girare sotto il muro del 1’22.
Al quarto giro la gara perde un altro protagonista: Leon Haslam (Kawasaki Racing Team WorldSBK) cade infatti al Cavatappi.

All’inizio del 5° giro, Davies ha sfidato Rea nelle prime due curve e il gallese ha preso il comando ma è poi andato largo permettendo a Rea di passare.
Alvaro Bautista si trovava nella mischia quando era pronto per attaccare ma ha improvvisamente perso l’anteriore della sua Panigale V4 R all’ingresso della curva 5.

Bautista è rientrato in gara, ma era ormai troppo lontano dal gruppo di testa.
Nel frattempo Jonathan Rea è sfuggito a Davies chiudendo la gara con 5 secondi di vantaggio. Toprak Razgatlioglu è salito fino alla terza posizione e, nonostante una battaglia con Sykes a metà gara, il turco è riuscito a confermare il terzo posto.

Anche Alex Lowes (Pata Yamaha WorldSBK Team) è stato protagonista di una lotta con Torres per la quarta posizione nella seconda parte di gara. Michael van der Mark (Pata Yamaha WorldSBK Team), scattato dalla 15esima casella, è risalito fino alla settima posizione piazzandosi davanti a Loris Baz (Ten Kate Racing – Yamaha).

Bella rimonta di Marco Melandri (GRT Yamaha WorldSBK), 17° nella Tissot Superpole e poi nono al traguardo. Eugene Laverty (Team Goeleven) è tornato in forma ed è stato protagonista di un brillante duello contro Leandro Mercado (Orelac Racing VerdNatura) poi 11°. Alessandro Delbianco (Althea Mie Racing Team) si è battuto contro Sandro Cortese (GRT Yamaha WorldSBK) per la 13esima posizione.

Questa di Gara 1 è l’ottava vittoria del 2019 per Jonathan Rea che apre il podio seguito da Davies e da Razgatlioglu. Sykes manca la top 3, quinto posto per Alex Lowes, mentre Jordi Torres è sesto firmando il suo miglior risultato della stagione. Van der Mark e Baz sono settimo e ottava mentre i due romagnoli, Melandri e Michael Ruben Rinaldi (BARNI Racing Team) completano la top 10.

Di seguito i primi sei classificati in Gara 1:

1.) Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK)
2.) Chaz Davies (ARUBA.IT Racing – Ducati)
3.) Toprak Razgatlioglu (Turkish Puccetti Racing)
4.) Tom Sykes (BMW Motorrad WorldSBK Team)
5.) Alex Lowes (Pata Yamaha WorldSBK Team)
6.) Jordi Torres (Team Pedercini Racing)

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in In evidenza

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati