Superbike | Round Donington, Gara2: Bautista cerca di rimanere positivo

nonostante il fine settimana complicato e il sorpasso di Rea in classifica, lo spagnolo guarda al prossimo appuntamento in calendario

Superbike | Round Donington, Gara2: Bautista cerca di rimanere positivoSuperbike | Round Donington, Gara2: Bautista cerca di rimanere positivo

Per Alvaro Bautista (Aruba it.Racing -Ducati) questo non è un momento facile: dopo lo straordinario avvio di stagione, dove aveva vinto tutte le gare, dal round di Imola il pilota Ducati è entrato in una parabola discendente, culminata con i tre ritiri tra Jerez e Donington, che gli sono costati la vetta della classifica iridata, riconquistata dal Campione in carica Jonathan Rea.

A Donington Park, dopo la caduta in Gara1 che lo ha messo fuori causa, il ducatista ha chiuso col quarto posto in Tissot Superpole Race e un podio in Gara 2, risultati che ha accolto con discreta soddisfazione: “Oggi era importante concludere perché dopo Gara 2 di MIsano e la gara sotto l’acqua del sabato, e due cadute era importante riprendere fiducia per arrivare al termine”.

“Nella Tissot Superpole Race ho cercato di fare una buona partenza e attaccarmi al gruppo di testa. Sapevo che sarebbe stato difficile perché stavamo soffrendo molto in pista perché era scivolosa e senza molta aderenza. La moto si muoveva moltissimo e ho dovuto lottare molto per mantenerla dritta – ha spiegato il 34enne. Dovevo stare aggrappato al manubrio per muovermi meno, a dire il vero è stato molto difficile fisicamente”.

Prosegue Alvaro Bautista: “In Gara 2 ho cercato di fare lo stesso e avvicinarmi il più possibile al gruppo davanti – ha continuato a spiegare lo spagnolo – Qui tutte le Kawasaki sono state molto veloci e il fatto di tenere il loro passo e di riuscire addirittura a batterne alcune è un buon risultato. Viste le circostanze in cui ci trovavamo e tenendo conto di quello che abbiamo lottato con la moto, penso che si un buon risultato”.

Il pilota di Toledo ha anticipato quella che è la sua ricetta per evitare di prendere troppo vantaggio nella classifica di campionato: “Non credo che cambierò mentalità visto che non sono più il leader. In campionato può succedere di tutto. In questo fine settimana siamo arrivati come leader e adesso ce ne andiamo con in svantaggio. Questa stagione è difficile perché ci sono molte cose nuove per me e per Ducati che praticamente ha una moto nuova senza riferimenti… quindi in alcune condizioni stiamo soffrendo un po’ di più però dobbiamo guardare avanti, continuare a lavorare come abbiamo fatto fino ad ora e approfittare al massimo della situazione”.

Bautista avrà l’opportunità di accorciare la distanza in campionato già il prossimo fine settimana in vista del Round a Laguna Seca.

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Superbike

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati