Superbike | Round Misano: Chaz Davies vuole dare una svolta alla sua stagione

Il gallese deve però smaltire i postumi dell'incidente con Marco Melandri a Jerez

Superbike | Round Misano: Chaz Davies vuole dare una svolta alla sua stagioneSuperbike | Round Misano: Chaz Davies vuole dare una svolta alla sua stagione

Contrariamente al compagno di team, Alvaro Bautista, vero mattatore del Campionato fino a questo momento, la stagione di Chaz Davies (Aruba.it Racing – Ducati) non è andata assolutamente come ci si aspettava.
La Panigale V4 R è stata più complessa da capire per lui e il passo non era un problema, la sfortuna l’ha colpito, soprattutto negli ultimi due Round.

Sviluppare una nuova moto può essere un processo complicato. Richiede molto tempo e a volte può essere frustrante perché i risultati non sempre coincidono gli sforzi fatti, tuttavia, ci vuole tempo perché tutti i pezzi s’incasellino nel modo giusto ed è proprio questa la ragione per cui Davies è ottimista in vista del settimo Round della stagione.

“Quello di Imola è stato un fine settimana positivo. Sfortunatamente, i risultati finali non rispecchiano tutto il nostro potenziale ma è stata comunque una buona prova – ha spiegato il 32enne sabato scorso a Montmelo, in occasione del Catalan Grand Prix – Quando siamo poi andati a Jerez la situazione era un po’ più complicata ma alla fine siamo partiti con un buona conoscenza della moto. Siamo migliorati tantissimo in Gara 2, anche se non abbiamo avuto la possibilità di mettere tutte le informazioni insieme ma lo faremo nella seconda parte di stagione”.

In Gara 2, Davies è stato in lizza per il terzo posto dopo una brillante partenza dal fondo dello schieramento. Il gallese è stato coinvolto in un incidente con Marco Melandri (GRT Yamaha WorldSBK) ritrovandosi entrambi fuori dalla corsa, un argomento che una settimana dopo è ancora scottante. Il ravennate ha ricevuto una penalità che sconterà nella Tissot Superpole Race di Misano.

Davies e Melandri hanno esposto punti di vista diversi sull’incidente di Jerez, con il pilota Ducati che ha dichiarato di scontare ancora le conseguenze: “Ho ancora una gamba morta ad una settimana di distanza! Resto coerente con quello che ho detto, è abbastanza ovvio a tutti che cosa sia successo a Jerez. Non ho bisogno di parlare troppo ma quando sai cos’è successo, lo sai e basta. Ci sono sorpassi al limite e altri che invece sono solo stupidi e questo è stato senza dubbio della seconda categoria”.

Sfortuna o passi falsi a parte, Davies si metterà l’incidente alle spalle e si concentrerà per tornare a Misano più forte che mai visto che questa è una delle poche pista in calendario dove in passato è riuscito a vincere. Lo scorso anno è arrivato secondo in Gara 1.

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Primo Piano

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati