Superbike | Il punto dopo i test di Misano in vista di Jerez

La pioggia non ferma Rea, mentre Bautista finisce a terra: siamo di fronte a un cambio di equilibri?

Superbike | Il punto dopo i test di Misano in vista di JerezSuperbike | Il punto dopo i test di Misano in vista di Jerez

Dopo la prova di forza esibita nel Round di Imola, dove ha centrato una doppietta nelle due gare disputate (Gara2 è stata annullata per pioggia, ndr), Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK) domina anche i test pre-Round di Jerez de la Frontera, che si disputerà questo fine settimana, al Misano World Circuit Marco Simoncelli: qualcosa sta cambiando negli equilibri visti finora in pista?

Da un lato infatti Rea arriva a in Spagna di ottimo umore, mentre il leader attuale di classifica, Alvaro Bautista (ARUBA.IT Racing – Ducati), oltre alla sconfitta di Imola si porta dietro le scorie della caduta alla curva 13 nei test di Misano, complice anche la pioggia torrenziale che ha ostacolato non poco il lavoro dei piloti, lasciando un asfalto troppo bagnato per poter fare sviluppi significativi.
A complicare ulteriormente lo scenario, pare essersi inserita ormai in maniera stabile la Yamaha, sia ufficiale con il Pata Yamaha WorldSBK Team di Lowes e Van der Mark, sia con il team satellite GRT Yamaha WorldSBK con Sandro Cortese, che con il quinto tempo di piazza tra le due Ducati di Bautista e Davies.

Tra le cose più interessanti viste in pista c’è sicuramente il ritorno, annunciato durante il Round di Aragon, del Ten Kate Racing: finora però non si aveva ancora avuto l’occasione di vedere Loris Baz in azione sulla YZF-R1.
Il francese, nonostante due cadute, non si è fatto fermare più di tanto dalla pioggia, dimostrando di essere veloce e di avere adesso una buona base di lavoro su cui concentrarsi: “Non è stato male come inizio con queste condizioni, dobbiamo fare molti lavori sulla moto, come scegliere il poggiapiedi, la carenatura, e tanti altri piccoli dettagli. Anche la squadra ha dovuto imparare il nuovo programma del computer. All’inizio me la sono presa con calma, cercando di trovare un buon feeling con la moto” – ha detto Baz.

A Misano ci sono stati altri due nuovi arrivati, volti noti come Xavi Fores e Yuki Takahashi che per l’occasione si sono uniti al Morikawi Althea Honda Racing. Nicolò Canepa ha invece provato col Pata Yamaha e la ex wildcard del STK1000 Samuele Cavalieri (MOTOCORSA Racing).
Yuki Takahashi sostituirà Leon Camier a Jerez mentre l’inglese continuerà la riabilitazione dopo la caduta fatta al Round di Imola.
Un altro pilota che ha provato durante entrambe le giornate è stato Leon Haslam (Kawasaki Racing Team WorldSBK), anche lui caduto ma senza conseguenze, che a Jerez cercherà di tornare sul podio: “Abbiamo fatto delle modifiche poco prima del termine della giornata ma appena sono uscito sono scivolato. Almeno ho potuto concludere 14 giri ma ero comunque uno o due decimi di differenza dai più veloci” – ha dichiarato l’inglese.

In attesa di rivederli in pista a Jerez de la Frontera, riportiamo i tempi non ufficiali al termine della due giorni di test a Misano:

1.) Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldBSK) 1’34.9
2.) Michael van der Mark (Pata Yamaha WorldSBK Team) 1’25.1
3.) Alex Lowes (Pata Yamaha WorldSBK Team) 1’35.2
4.) Alvaro Bautista (ARUBA.IT Racing Ducati) 1’35.5
5.) Sandro Cortese (GRT Yamaha WorldSBK) 1’35.5
6.) Chaz Davies (ARUBA.IT Racing – Ducati) 1’35.5
7.) Leon Haslam (Kawasaki Racing Team WorldSBK Team) 1’35.7
8.) Tom Sykes (BMW Motorrad WorldSBK Team) 1’35.9
9.) Marco Melandri (GRT Yamaha WorldSBK) 1’35.9
10.) Loris Baz (Ten Kate Racing – Yamaha ) 1’35.9
11.) Markus Reiterberger (BMW Motorrad WorldSBK Team) 1’35.6

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in In evidenza

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati