MotoGP | Gp Mugello FP2: Strepitoso Bagnaia, Rossi arranca [VIDEO]

Alle spalle del torinese Quartararo e Petrucci

MotoGP | Gp Mugello FP2: Strepitoso Bagnaia, Rossi arranca [VIDEO]MotoGP | Gp Mugello FP2: Strepitoso Bagnaia, Rossi arranca [VIDEO]

MotoGP Gp Italia Prove Libere 2 – La seconda sessione di libere del Gran Premio d’italia, sesta tappa del Motomondiale 2019, negli ultimi minuti si è trasformata in una simulazione di qualifica.

Negli ultimi dieci minuti quasi tutti i piloti hanno montato gomma nuova e si sono lanciati in un time attack. Uno dei pochi a non tentare l’assalto con gomme nuove è stato Marc Marquez che, forte dell’ottimo tempo fatto registrare ad inizio turno, ha lavorato sul passo gara per tutta la sessione.

Al termine dei 45 minuti a sorpresa Francesco Bagnaia fa registrare la migliore prestazione assoluta. Il rookie del team Ducati Pramac ha fermato il cronometro sul 1:46.732 precedendo per 46 millesimi Fabio Quartararo e Danilo Petrucci.

A sorpresa chiude con il quarto tempo Pol Espargarò su KTM, precedendo Maverick Vinales e Marc Marquez. Settimo tempo per Alex Rins che chiude davanti a Cal Crutchlow e Jack Miller. Franco Morbidelli completa la top ten.

Fuori dai dieci per pochissimi millesimi Andrea Dovizioso, che chiude undicesimo. Mentre Michele Pirro, Tester Ducati, non è andato oltre il tredicesimo tempo dopo l’ottimo primo turno.

Ancora difficoltà per Valentino Rossi che chiude solo 18esimo. Il pesarese ha lavorato per gran parte della sessione con gomme dure simulando il passo gara. Nel finale con gomme nuove non è riuscito a trovare però la prestazione. Situazione difficile anche per Andrea Iannone e Jorge Lorenzo che chiudono rispettivamente 19esimo e 20esimo.


MotoGp Prove Libere 2 Mugello - GP Italia - I tempi


Pos Num Pilota Moto Team Tempo Gap

Risultati non ancora disponibili.


Mugello - GP Italia - Risultati Prove Libere 2

Clicca qui per entrare nella sezione Risultati e vedere tutte le statistiche

Leggi altri articoli in In evidenza

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati