MotoGP | Gp Mugello Conferenza Stampa: Andrea Dovizioso, “L’obiettivo è la vittoria”

Dovizioso ha aggiunto: "Tutte le Ducati saranno competitive, ma anche gli avversari"

MotoGP | Gp Mugello Conferenza Stampa: Andrea Dovizioso, “L’obiettivo è la vittoria”MotoGP | Gp Mugello Conferenza Stampa: Andrea Dovizioso, “L’obiettivo è la vittoria”

MotoGP Gp Italia Conferenza StampaAndrea Dovizioso, rider Ducati, dopo aver assistito alla presentazione del libro di Carlo Pernat, “Belin che Paddock” (clicca qui per saperne di più), ha poi parlato durante la classica conferenza stampa del giovedì, che precede il Gran Premio d’Italia, sesta prova del Motomondiale 2019.

“DesmoDovi” ha parlato degli obiettivi per questa gara, dei punti di forza e deboli della sua Ducati, degli avversari, del test con l’Audi DTM e della pericolosità del “salto” prima della staccata della San Donato, a lui la parola.

“Il nostro obiettivo è fare come negli ultimi due anni. Tutte le Ducati saranno competitive ma gli avversari saranno più forti rispetto allo scorso anno. Ci saranno tanti piloti in grado di lottare per il podio e la vittoria, sara importante partire con una buona base e fare bene per tutto il weekend.”

Dovizioso ha poi continuato: “Dobbiamo migliorare, l’obiettivo è la vittoria ma solo in gara sapremo se sarà possibile vincere. Tutti si aspettano una vittoria della Ducati, ma dovremo essere intelligenti. Per fortuna negli ultimi 2 anni ho vinto tante gare e ci sono stati momenti molto importanti. Quella nel 2017 la sento come la gara più importante, fu fantastico. Quello che vorremmo migliorare è la capacità di curvare. Siamo competitivi in altre aree. Cosa ci manca per vincere? E’ un pacchetto moto pilota, ma credo che ogni anno sia impossibile analizzare quanto sia forte la moto o il pilota. Il punto è migliorare i punti deboli in modo da lottare per la vittoria, è sempre il mix tra moto e pilota che fa la differenza, io sono concentrato su me stesso e questo è il motivo per cui ho lottato per il campionato. Se Marc (Marquez, ndr) avesse la mia moto sarebbe più facile capire i punti positivi e negativi suoi e della moto.”

Dovizioso ha poi parlato del test di Misano a bordo dell’Audi DTM.

“Guidare la macchina è stato un po’ spaventoso, soprattutto nelle curve veloci, ma era solo questione di fiducia. E’ stato bello però quando ho preso la mano. C’è sempre qualcosa da prendere dal mondo delle macchine. E’ stato un vero test con tanti ingegneri e adoro queste cose perchè si possono imparare tante cose. La guida in auto è ovviamente molto diversa dalle moto, ma alla mia età è importante imparare cose molto diverse anche se non c’è correlazione tra auto e moto.”

Dosso Mugello prima della San Donato.

“Abbiamo già parlato del dosso, è molto bello ma siamo al limite. Dipende molto dalle regole però. Con le ali è cambiato il comportamento della moto. Se le moto continuano a migliorare saremo davvero al limite.”

Infine un pensiero su papà Antonio, a casa con otto costole rotte dopo la caduta in Motocross a Cavallara, gara dove ha perso la vita il 58enne Raffaele Mazzola.

“Papà ora è a casa, ha otto costole rotte, ma sopporta bene il dolore. Deve solo riposare per riprendersi.”

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati