Superbike | Jonathan Rea esce rafforzato dal round di Imola

Il Campione in carica rompe il digiuno di vittorie e riesce a battere Bautista

Superbike | Jonathan Rea esce rafforzato dal round di ImolaSuperbike | Jonathan Rea esce rafforzato dal round di Imola

Jonathan Rea era arrivato all’appuntamento con l’Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola, quinto round della stagione, con l’obiettivo di invertire la tendenza che lo vedeva eterno secondo dietro a Bautista in tutte le gare disputate fino a quel momento nel 2019.
Il quattro volte Campione del Mondo è indubbiamente un pilota abituato a vincere e il divario accusato, inaspettato sicuramente in questi termini, ha rappresentato anche un fardello psicologico non facile da gestire.

Rea era quindi deciso a reagire e a tornare sul gradino più alto del podio, come lui stesso racconta: “Sono andato in Italia con una mentalità diversa rispetto a quello che avevo ad inizio stagione. Essere stato battuto in Australia è stato difficile. È stato complicato accettare la sconfitta a Phillip Island ma abbiamo parlato dell’effetto Phillip Island. Ma poi andando in Thailandia e ad Aragon non è stato meglio. Siamo stati battuti ripetutamente dalla Ducati e da Bautista”.

“Ad Assen abbiamo iniziato a ridurre il distacco però ad Imola non si è trattato solo di ottenere una vittoria se non di un grande fine settimana. Siamo stati forti fin dalle FP1 e poi in tutte le sessioni successive. Sono state delle giornate belle che mi sono goduto al massimo. Non voglio dire che possiamo vincere ogni fine settimana, sarà difficile ma dobbiamo fare il massimo ad ogni appuntamento”.

Jonathan Rea a Imola è quindi tornato al massimo della forma, mentre Bautista non è riuscito a confrontarsi con lui in nessuna delle sessioni e nelle due gare disputate.

“Prima dell’evento italiano avevo detto che sarebbe stato importante cambiare atteggiamento per prendere uno slancio nel campionato. So quanto questo momento sia importante. Voglio vincere, ogni vittoria ti garantisce cinque punti di vantaggio… e tutto conta. È stato importante non perdere punti e, senza dubbio, era arrivato il momento di farlo. Per noi era importante anche dimostrare ad Alvaro che siamo vicini. Anche Chaz ha avuto un fine settimana positivo. È stato veloce e si è aggiudicato la Superpole” – ha detto Rea.

La prossima tappa sarà a Jerez: l’ultima volta in cui si è corso qui, il nord-irlandese ha monopolizzato il gradino più alto del podio vincendo la sfida contro la Ducati.

“Andiamo a Jerez ma, anche se i test invernali che abbiamo svolto lì erano andati bene, sappiamo che non sarà facile. Le condizioni invernali sono quelle ideali, la temperatura della pista è perfetta. Non troveremo la stessa situazione in vista del prossimo Round. Le temperature saranno più alte e la gestione delle gomme sarà la chiave per vincere a Jerez. Durante la gara sarà molto caldo, quindi sarà fondamentale trovare un assetto che ci permette comunque di essere veloci. Alvaro è stato molto forte ma vedremo che cosa riusciremo a fare. Abbiamo in programma dei test a Misano prima di andare a Jerez e abbiamo molte cose era provare” – ha concluso Rea.

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Superbike

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati