Moto2 | Ufficiale, Mattia Pasini sarà in pista a Le Mans in sostituzione dell’infortunato Pawi [VIDEO]

Il pilota di Rimini martedì parteciperà ad una sessione di test

Moto2 | Ufficiale, Mattia Pasini sarà in pista a Le Mans in sostituzione dell’infortunato Pawi [VIDEO]Moto2 | Ufficiale, Mattia Pasini sarà in pista a Le Mans in sostituzione dell’infortunato Pawi [VIDEO]

Moto2 – Continua la stagione da ‘supplente’ di Mattia Pasini, dopo Austin e Jerez, il pilota italiano sarà in pista anche a Le Mans in sostituzione dell’infortunato Khairul Idham Pawi.

Il riminese ha chiuso in quarta posizione il Gran Premio delle Americhe, mentre domenica, in sella alla KTM del team Angel Nieto è stato vittima di una scivolata. In Francia avrà l’occasione di rifarsi e mostrare nuovamente il suo valore, come se ce ne fosse bisogno, ma questa volta non sarà tutto nuovo. Il #54 infatti avrà la possibilità di scendere in pista per una sessione di test martedì. Non è il primo contatto che Pasini ha con il team Petronas, infatti, prima dell’inizio di stagione sarebbe dovuta essere stata questa la squadra con cui disputare la stagione, ma la Dorna non aveva dato la possibilità al team Malese di schierare la seconda moto a causa dei già tanti iscritti, appiedando di fatto il nostro Mattia.

Khairul Idham Pawi si è infortunato al dito della mano destra nel corso delle libere di Jerez. E’ stato operato lo scorso sabato con esito positivo. I tempi di recupero sono stimati per 6/8 settimane

Queste le parole di Mattia Pasini: “Non è mai facile sostituire un pilota infortunato, ma sono molto contento di questa opportunità perché questa è una squadra che seguo da tempo. Sono orgoglioso di far parte di questo progetto per alcune gare e farò del mio meglio per ottenere i risultati che questa squadra merita. Dobbiamo lavorare sodo, ma se c’è una squadra in cui puoi lavorare, è questa. Non vedo l’ora di iniziare domani con il test di Jerez, in modo da poter essere in forma per Le Mans.
La Kalex è una moto che conosco molto bene e ad Austin sono quasi salito sul podio. Conosco un po’ a squadra e le persone con cui lavorerò e questo è un altro punto positivo. Il potenziale è molto alto, ma dobbiamo ripartire da zero e dare il massimo. Voglio ringraziare PETRONAS Sprinta Racing, Razlan Razali e Johan Stigefelt per questa opportunità. ”


Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Moto2

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati