MotoGP | Gp Austin Gara: Rossi: “Peccato per la vittoria, ma siamo competitivi” [VIDEO]

Rossi ha aggiunto: "Il campionato è apertissimo, anche se Marquez rimane il favorito"

MotoGP | Gp Austin Gara: Rossi: “Peccato per la vittoria, ma siamo competitivi” [VIDEO]MotoGP | Gp Austin Gara: Rossi: “Peccato per la vittoria, ma siamo competitivi” [VIDEO]

MotoGP Gp delle Americhe Monster YamahaValentino Rossi ha sfiorato la vittoria nel Gran Premio delle Americhe, terza tappa del Motomondiale 2019. Il centauro pesarese della Yamaha ha battagliato con Alex Rins approfittando della caduta di Marc Marquez, ma alla fine si è dovuto arrendere alla spagnolo della Suzuki, che conquistato la prima vittoria in MotoGP.

Rossi a fine gara era dispiaciuto per non essere tornato alla vittoria, una vittoria che gli manca da Assen 2017, ma anche felice per la competitività mostrata sin dal Qatar. Nella classifica iridata è ora secondo a 3 punti dal leader Andrea Dovizioso. A lui la parola.

REPORT GP AUSTIN VALENTINO ROSSI

“Quando è caduto Marquez ci ho messo un pò a realizzare, poi ho distaccati gli altri, ma poi è arrivato Rins che andava molto forte, guidava bene, era forte in staccata e in accelerazione e in alcuni punti era davvero veloce. Purtroppo ho fatto due o tre errorini in staccata, mi dispiace tantissimo perchè questa era una buona occasione per vincere, è da tanto tempo che non vinco ma ci proviamo, sono stati due weekend positivi e dobbiamo continuare così. Alla fine Rins era messo meglio di me, inoltre aveva due punti dove faceva delle belle linee per evitare le buche, una cosa molto importante quando devi spingere. Era un pò più veloce di me, facendo tutto perfettamente avrei potuto provare a rientrare ma ho commesso dei piccolo errori.”

IMPRESA ULTIMO GIRO

“All’ultimo giro ho fatto 2:04.9, ho spinto fortissimo, ho fatto un bel giro, ma d’altra parte mi sono detto di non esagerare per non “stendermi” perchè davanti mi si chiudeva. Sono comunque 20 punti importanti per il campionato.”

PROGRESSI YAMAHA

“Non mi aspettavo che Marquez cadesse e per un attimo mi sono emozionato. Ho cercato di stare concentrato e di guidare bene; abbiamo fatto una gara velocissima, abbiamo girato più di un secondo a giro più forte dello scorso anno, quindi sono contento. Siamo sulla giusta strada, sia qui che in Argentina siamo stati molto veloci, sono molto contento.”

JEREZ

“Negli ultimi due anni siamo andati veramente piano a Jerez, quindi sarà una prova molto importante per capire se potremo essere veloci anche lì.”

LOTTA PER TITOLO MOTOGP

“Credo che il favorito sia ancora Marquez, perchè è ancora tutto aperto. Dovizioso ora è primo, poi io sono a tre punti e subito dietro a me c’è Rins. Il campionato è apertissimo, speriamo di lottare fino alla fine.”


MotoGP | Gp Austin Gara: Rossi: “Peccato per la vittoria, ma siamo competitivi” [VIDEO]
5 (100%) 2 vote[s]
Leggi altri articoli in In evidenza

Lascia un commento

10 commenti
  1. Avatar

    TONYKART

    15 aprile 2019 at 01:17

    Il tuo cvlo è aperto,dopo che rins ti ha infilato il missilone, anche oggi mai una gioia ahahaha…..

    • Avatar

      fatman

      15 aprile 2019 at 06:59

      …ahahahahahahahahah, vero…guarda come riappaiono il r1kk10n$ e nandopistolacalibro6, felici per un secondo posto son missilone integrato ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah…W Rins, uno di noi ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah…

  2. Avatar

    ueueue

    15 aprile 2019 at 09:25

    Grande Vale!

    Ehhhhh vi brucia eh , mi sa che il missilone se l’è infilato tutto il bimbominchia ahahah ahahaha

  3. Avatar

    ueueue

    15 aprile 2019 at 09:26

    Ehhhhh vi brucia eh , mi sa che il missilone se l’è infilato tutto il bimbomink ahahah ahahaha

    • Avatar

      fatman

      15 aprile 2019 at 09:38

      …tranqui…brucia più a te che non ha vinto…per me può arrivare sempre secondo e non vince una m@zz@ perdendo il decimo per pochi punti come nel 2015, grande annata ahahahahahahahahahahahahahah…

  4. Avatar

    nandop6

    15 aprile 2019 at 09:52

    Sarebbe stato bello se avesse vinto ma sarebbe stata un regalo di Marquez, comunque complimenti a Rins e Suzuki.

  5. Avatar

    ueueue

    15 aprile 2019 at 11:54

    Ecco che arriva Márquez…. Misssssiloooooooneeeeeeee
    Prlllllllll

    Suuuuka fatman

  6. Avatar

    ligera

    16 aprile 2019 at 00:29

    State cercando di prendere per il “cubo” Marquez? Siete così antisportivi nel godere della sua caduta? Qualunque sia il torto che pensiate sia stato subito da Vale, non giustifica questo atteggiamento. Una volta i tifosi erano molto lontani da questo modo di fare ed era un vanto per tutte le tifoserie essere diversi dai tifosi di calcio.

    Oppure mi sbaglio e questo dare addosso a Marquez è usato per dare addosso indirettamente a Fatman e a Tonykart? A parte che non penso siano tifosi di Marquez, ma penso siano tifosi di chiunque sia in grado di mettere a pecora il talentuoso Giallo (Rins nell’ultima gara), mi sembra ridicolo cercare di dare addosso in tal modo a chi gioca a jo-jo col vostro pipino ogni volta che l’idolo di giallo vestito si deve @ppecor@re.

    Grande Dovizioso
    Grande Ducati

  7. Avatar

    ligera

    16 aprile 2019 at 00:33

    Dopo avere fatto i dovuti complimenti a Rossi per questo inizio di stagione, personalmente, non ritengo sia il caso di gridare al miracolo o di pensare che sia un inizio strepitoso.
    I miei motivi:
    1) I suoi 40 anni non sono più i 40 anni dei campioni degli anni 80/90. Oggi è più facile mantenersi in forma, i metodi di allenamento sono migliorati e si è allungata la vita sportiva di ogni atleta che si impegna in tal senso (vedi Cristiano Ronaldo, ancora al top mondiale in un ruolo difficilissimo da sostenere per tanti anni, LeBrown nella NBA è un altro esempio), inoltre gli piace ciò che fa, non gli è di peso, anzi, è uno stimolo talmente positivo che lo aiuta nella sua longevità agonistica (anche una qualsiasi persona che svolge un lavoro soddisfacente ottiene gli stessi benefici, fatte le dovute proporzioni).
    2) Ne consegue, a mio parere, che non ci deve più stupire se riesce a mantenere certi livelli, ma ad inizio mondiale, quando le forze e lo stress agonistico sono ancora gestibilissimi. La partenza di questo 2019, non è troppo dissimile da quella del 2018 se non ci fosse stata la caduta innescata da Marquez in Argentina. Sbaglierò e tutti i suoi tifosi lo devono sperare, ma l’anno scorso ha avuto un discreto inizio, salvo poi perdere man mano terreno. Ha certamente una moto più performante del 2018, ma a mio parere, deve ancora dimostrare di mantenere la competitività e la concentrazione sino al termine della stagione, cosa di cui, personalmente, io dubito molto. Per cui, onore al merito per questi risultati estemporanei, se, si spera in qualcosa di diverso dal risultato di alcune gare, allora personalmente, non mi esalterei troppo.

    Grande Dovizioso
    Grande Ducati

  8. Avatar

    ligera

    16 aprile 2019 at 00:35

    Un appunto personale:
    mandare a quel p@vese il rivale che ti ha appena soffiato la vittoria, può essere fatto passare come un gesto scherzoso e simpatico, ma a mio avviso (del tutto personale), di scherzoso e simpatico c’era ben poco perchè è consapevole che Marquez non sarà sempre a terra, è consapevole che Dovizioso non troverà sempre piste ostiche sia per lui che per la moto.
    Vale, a differenza di tanti suoi tifosi, è consapevole che una simile occasione tarderà a ripresentarsi nel corso di quest’anno ed è ben consapevole che potrà sperare solo in una certa costanza di risultati, senza pensare di potere puntare con frequenza alla vittoria anche se nelle interviste ne parlerà in continuazione trovando sempre una scusa dopo l’altra.
    Che ci si voglia rendere conto o meno, Vale è stato risucchiato nel gruppo nel gruppo dei piloti che stazionano ai piedi del podio, con qualche puntatina sui gradini dello stesso, poi si grida al campione ritrovato, mai domo e sempiterno quando fa questo genere di gara, senza volere considerare che siamo nel 21° secolo e le differenze col passato sono eclatanti perchè pensare a Rossi come al supereroe della MotoGP piace, fa discutere e fa vendere.

    Capita più spesso del contrario, che le mie affermazioni vengano puntualmente smentite da qualche risultato, ecco, sperate tanto in questo, se avessi taciuto, certe mie affermazioni si sarebbero avverate da subito, ma il fato spesso gioca con queste cose. Non cominciate, già dalla prossima gara ha menarla col fatto che posso avere sbagliato, ne parleremo verso metà campionato per vedere a che punto si troverà Valentino e i suoi rivali.
    I miei complimenti e un “in bocca al lupo” a Vale, che vi faccia ancora divertire e che sia ancora spunto per fatman & co, per giocare ancora a jo-jo col dindolino di qualche tifosone sfegatato, cosa che mi fa cominciare la giornata con un bel sorriso.
    Ciao a tutti quanti.

    N.B.: non me ne può fregare di meno di coloro che diranno che scrivo troppo, a me piace e mi piace cercare di essere il più chiaro ed esaustivo possibile.
    A voi che vi stancate nel leggere 4 righe in più, consiglio di non cominciare neppure la lettura.
    Ariciao

    Grande Dovizioso
    Grande Ducati

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati