Moto2 | Gp Austin FP1: Schrotter detta il passo, sorprende Pasini al rientro

Paura per Cardelus autore di una caduta nel finale

Moto2 | Gp Austin FP1: Schrotter detta il passo, sorprende Pasini al rientroMoto2 | Gp Austin FP1: Schrotter detta il passo, sorprende Pasini al rientro

Moto2 Gp delle Americhe Prove Libere 1 – Marcel Schrotter si aggiudica la prima sessione di libere del Gran Premio delle Americhe classe Moto2, terza tappa del Motomondiale 2019.

Il turno è stato interrotto a tre minuti dalla fine a causa di una bandiera rossa esposta in seguito all’incidente di Xavi Cardelus. Il pilota del team Angel Nieto è caduto alla penultima curva rimando sdraiato sul bordo della pista, pilota cosciente ma visibilmente dolorante.

Tornando alla classifica, il pilota tedesco ha fermato il corno sul 2:10.853, precedendo Tom Luthi e la SpeedUp di Jorge Navarro.

Quarto tempo per Luca Marini (Sky Racing Team VR46) che ha preceduto Sam Lowes (Gresini), Alex Marquez (Marc Vds) e Remy Gardner.

Ottavo tempo per Xavi Vierge, che precede Brad Binder e uno straordinario Mattia Pasini che completa la top ten. Ricordiamo che il #54 è in pista in sostituzione dell’infortunato Fernandez ed è la prima volta che sale in sella alle nuove Moto2 equipaggiate con motore Triumph.

Fuori dai dieci il rookie Enea Bastianini (ItalTrans) che chiude undicesimo davanti ad un ottimo Dominique Aegerter, che per la prima volta porta la Mv Agusta del team Forward ai piedi della top ten.

Tredicesimo tempo per Andrea Locatelli (ItalTrans) che precede il leader del mondiale Lorenzo Baldassarri. Fabio Di Giannantonio (SpeedUp) chiude 16esimo, mentre Marco Bezzechi è 21esimo davanti a Simone Corsi.

moto2 Prove Libere 1 Austin - Red Bull Grand Prix of The Americas - I tempi


Pos Num Pilota Moto Team Tempo Gap

Risultati non ancora disponibili.


Austin - Red Bull Grand Prix of The Americas - Risultati Prove Libere 1

Clicca qui per entrare nella sezione Risultati e vedere tutte le statistiche

Leggi altri articoli in Moto2

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati