MotoGP | FIM: arriva la sentenza sul caso Ducati, la ‘pinna’ è legale [VIDEO]

Confermata la vittoria di Dovizioso in Qatar, la Ducati potrà continuare ad usare l'appendice

MotoGP | FIM: arriva la sentenza sul caso Ducati, la ‘pinna’ è legale [VIDEO]MotoGP | FIM: arriva la sentenza sul caso Ducati, la ‘pinna’ è legale [VIDEO]

MotoGP 2019 GP Qatar – Il caso “spoiler” Ducati è giunto oggi ad una conclusione. C’è stata infatti la sentenza emessa dai giudici della Corte di Appello, il presidente Anand Sashidharan, indiano, più lo svedese Lars Nilsson e il finlandese Sakari Vuorensola, che si erano riuniti lo scorso 22 marzo a Ginevra insieme alle parti interessate.

La casa di Borgo Panigale è stata di fatto assolta da tutti i capi d’accusa e oltre a “mantenere” la vittoria di Andrea Dovizioso in Qatar, potrà continuare ad utilizzare il contestato “spoiler”, che ricordiamo secondo la casa di Borgo Panigale serve per raffreddare la gomma posteriore, mentre per Aprilia, Honda, Suzuki e KTM avrebbe anche un effetto aerodinamico.

Una vittoria netta non solo in pista per gli uomini guidati dall’Ing. Gigi Dall’Igna, che ha sempre difeso il proprio operato.

La Corte d’appello della MotoGP ha stabilito che:

– Gli appelli presentati dal Team Aprilia, dal Team Suzuki, dal Team Honda e dal Team KTM erano ammissibili.

– I risultati delle prove provvisorie sono confermati e dichiarati definitivi

– La richiesta di dichiarare il dispositivo illegale e vietarne l’uso nelle gare future è respinta

I Team potranno fare ricorso contro questa decisione dinanzi alla Corte Arbitrale dello Sport (CAS) a Losanna Svizzera, entro 5 giorni ai sensi dell’articolo 3.9 del FIM World Championship Grand Prix Regulations 2019.


MotoGP | FIM: arriva la sentenza sul caso Ducati, la ‘pinna’ è legale [VIDEO]
3.7 (73.33%) 3 votes
Leggi altri articoli in In evidenza

Lascia un commento

3 commenti
  1. supermariacion

    26 marzo 2019 at 22:17

    E famola finita con sta pugnetta!!!

  2. frenk

    27 marzo 2019 at 08:58

    speriamo che almeno questo cucchiaio l’abbino brevettato

  3. frenk

    27 marzo 2019 at 11:46

    Adesso però l’Ing. Gigi Dall’Igna deve fare il ricorso verso la honda per le alette irregolare che anno montato per correre ,se i di parola lo deve fare.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati