MotoGP | Caso “spoiler” Ducati, slitta la sentenza

La decisione arriverà tra lunedì 25 e martedì 26 marzo, prima del GP d'Argentina

MotoGP | Caso “spoiler” Ducati, slitta la sentenzaMotoGP | Caso “spoiler” Ducati, slitta la sentenza

MotoGP 2019 GP Qatar – La sentenza sullo “spoiler” Ducati arriverà la settimana prossima e comunque prima del Gran Premio d’Argentina. Oggi a Ginevra si sono riuniti tre giudici della Corte d’Appello insieme ai rappresentanti della FIM e delle parti in causa, Honda, Aprilia, Suzuki, KTM e Ducati.

La sentenza che come detto è slittata alla prossima settimana, si baserà sulla base delle deposizioni e delle memorie tecniche scritte dai team che hanno fatto reclamo. Presenti Alberto Puig per la Honda, Massimo Rivola per l’Aprilia, Davide Brivio per la Suzuki, Mike Leitner per la KTM e Gigi Dall’Igna per la Ducati.

La corte, composta dai tre giudici, il presidente Anand Sashidharan, indiano, più lo svedese Lars Nilsson e il finlandese Sakari Vuorensola, ha infatti deciso di prendersi ancora del tempo prima di decidere quella che sarà comunque una svolta epocale per la MotoGP.

Per la Ducati era presente oltre al Direttore Generale Gigi Dall’Igna, anche il coordinatore in pista Fabiano Sterlacchini. In ballo non c’è solo la vittoria di Andrea Dovizioso in Qatar, ancora sub-judice, ma anche il futuro dello “spoiler” Ducati.

SCENARI POSSIBILI

Spoiler regolare e vittoria “salva”

Sarebbe un successo per la Ducati, che ha sempre affermato la liceità dello spoiler. In questo caso le case concorrenti potrebbero dover “copiare” la casa di Borgo Panigale come già avvenuto per le alette.

Spoiler irregolare con Dovizioso e Petrucci esclusi dal risultato della gara

Sarebbe un successo per le quattro case che hanno fatto ricorso e verrebbe messo in discussione anche il direttore tecnico della Federazione Danny Aldridge che aveva avallato lo spoiler Ducati.

Spoiler irregolare ma risultato confermato

E’ lo scenario che si augura l’amministratore delegato di Aprilia Massimo Rivola. I piloti Ducati manterrebbero il risultato del Qatar, ma la Ducati non potrebbe più utilizzare lo spoiler.

Leggi altri articoli in In evidenza

Lascia un commento

1 commento
  1. Avatar

    frenk

    24 Marzo 2019 at 10:20

    Questa faccenda mi ricorda la formula una dell’anno passato con i mozzi soffiati della mecedes , che grazie a questo accorgimento a vinto il mondiale tutti che si sono lamentati , pero e stata un lampo di genio, perchè non premiare le innovazioni , bene se serve copiatela tutti ,e ne beneficiate, se non serve avete sollevato un polverone per niente, bisogna innovarsi e non stare aggrappati alle tradizioni . Svegli gente sveglia., e non siate invidiosi.BISOGNA EVOLVERSI.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

MotoGP

MotoGP | Suzuki in Top Class almeno fino al 2026

Dopo KTM, Ducati, Team LCR, Honda e Yamaha, anche Suzuki rinnova la sua presenza in Top Class
Condividi su WhatsAppSuzuki MotoGP – Dopo KTM, Ducati, Team LCR, Honda e Yamaha, anche la Suzuki ha prolungato l’accordo con