Superbike | Thailandia: Bautista cerca conferme

Il ducatista affronta il secondo Round della stagione con l’obiettivo di mantenere alta la concentrazione

Superbike | Thailandia: Bautista cerca confermeSuperbike | Thailandia: Bautista cerca conferme

Dopo la tripletta di Phillip Island, Alvaro Bautista (Aruba.it Racing – Ducati) si prepara ad affrontare il secondo Round della stagione consapevole dell’importanza di tenere alta la concentrazione per continuare ad ottenere grandi risultati.

“In Australia ho vissuto un weekend da sogno, non avrei potuto chiedere un inizio migliore nel World Superbike” ha spiegato Bautista un paio di giorni prima dell’inizio dell’appuntamento in Buriram. A differenza di Phillip Island, non conosce altrettanto bene il Circuito Internazionale di Chang dove, con la MotoGP™, ha corso solo lo scorso anno, tre anni dopo rispetto al WorldSBK. I due lunghi rettilinei giocheranno a favore della potenza della V4 R anche se Bautista non è sicuro che la pista thailandese si adatti al suo stile di guida.

“In Thailandia ho ottenuto un buon risultato lo scorso anno in MotoGP™ e questo mi da sicurezza anche se quella del Buriram è una pista con caratteristiche diverse da quelle di Phillip Island perché qui i settori sono misti”.

“Andremo in Thailandia con la stessa mentalità (dell’Australia), adesso ho il giusto feeling con la moto e proverò a trovarlo anche qui. La Panigale V4 R è una moto completamente nuova e ha un potenziale altissimo ma abbiamo ancora tanto lavoro da fare per portarla al 100%. Non so se il Buriram sia un circuito adatto per la Ducati o no, staremo a vedere che cosa succederà”.

Se la V4 R troverà un buon feeling al Pirelli Thai sarebbe un’ottima cosa anche per Chaz Davies (Aruba.it Racing – Ducati) che spera di salire sul podio dopo l’inizio travagliato avuto in Australia: “Penso che adesso abbiamo molte più informazioni su cui lavorare. Per quanto mi riguarda, vado in Thailandia conoscendo meglio la moto rispetto a quando sono arrivato a Phillip Island, ed è un punto positivo”.

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Superbike

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati