MotoGP | Gp Qatar Day 1: Mir e Rins all’interno della top ten dopo le prime libere a Losail

I due spagnoli hanno chiuso rispettivamente in ottava e decima posizione, guadagnandosi un posto di rilievo in ottica qualifiche

MotoGP | Gp Qatar Day 1: Mir e Rins all’interno della top ten dopo le prime libere a LosailMotoGP | Gp Qatar Day 1: Mir e Rins all’interno della top ten dopo le prime libere a Losail

MotoGP Suzuki Qatar GP – Ottava e decima posizione per Alex Rins e Joan Mir al termine delle prime libere sul tracciato di Losail, teatro del primo appuntamento del prossimo mondiale MotoGP 2019. Alla prima apparizione in MotoGP, infatti, il neo alfiere del team Suzuki è riuscito a strappare l’ultima posizione valevole per la qualificazione in Q2, ottenendo un bel vantaggio in ottica FP3.

Discorso diverso invece per il suo compagno di Scuderia, visto che Rins non è riuscito a sfruttare al meglio il potenziale della GSX-RR, accusando circa nove decimi dalla vetta della classifica occupata da Marc Marquez.

Joan Mir
Posizione:
10°
Tempo in combinata FP1/FP2: 1’54″402 (+1.022)

“E’ stato divertente tornare in sella”, ha dichiarato Joan Mir al termine delle libere 2 del pomeriggio. “Mi sentivo nervoso per questo ritorno in pista dopo i test, ma in realtà devo ammettere che è stata una giornata molto positiva per noi. Abbiamo fatto un altro passo in avanti rispetto alla sessione della settimana scorsa e adesso mi sento molto più a mio agio in moto. So come guidarla”.

Sul proseguo del fine settimana ha aggiunto: “Abbiamo ancora del margine da spendere, ma per farlo dobbiamo continuare a lavorare in questa direzione. Inoltre voglio capire se riuscirò a centrare l’accesso in Q2, visto che parliamo di un particolare importante in ottica gara. Sarebbe bellissimo chiudere all’interno della top ten, ma sappiamo che non sarà semplice. In ogni caso non c’è pressione”.

Alex Rins
Posizione:

Tempo in combinata FP1/FP2: 1:54.320 (+0.940)

Qui le valutazioni di Alex Rins: “Mi aspettavo di finire un pò più in alto oggi. Stamattina ho faticato col grip, visto che la moto scivolava un pò, e speravo che in condizioni notturne sarei riuscito a trovare un feeling migliore con il set-up. Purtroppo però non sono riuscito a trovarmi a mio agio con la moto, quindi abbiamo bisogno di verificare i dati con gli ingegneri per capire dove migliorare. Il mio tempo sul giro non è stato così male, ma non ho ancora abbastanza confidenza”.

Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati