MotoGP | GP Qatar, Oliveira cauto in vista di Losail: “Con Tech 3 dobbiamo acquisire esperienza”

Syahrin: "I test sono stati difficili e nel corso delle giornate abbiamo provato ad adattarci alla moto passo dopo passo"

MotoGP | GP Qatar, Oliveira cauto in vista di Losail: “Con Tech 3 dobbiamo acquisire esperienza”MotoGP | GP Qatar, Oliveira cauto in vista di Losail: “Con Tech 3 dobbiamo acquisire esperienza”

MotoGP QatarGP – Esordio ricco di domande per il team Tech 3 sul tracciato di Losail. Nonostante il miglioramento messo in mostra nell’ultima giornata di test a Losail, infatti, Hafizh Syahrin e Miguel Oliveira arriveranno in Qatar con ben poche certezze dal punto di vista della performance, visto che la KTM spec 2019 ha richiesto un grandissimo lavoro di settaggio durante le sessioni invernali.

Questo ha ovviamente penalizzato e non poco i piloti in termini di feeling e guida delle RC16, aspetto che la squadra pagherà quasi sicuramente durante il primo week-end mondiale in Qatar.

Tech 3, in ogni caso, proseguirà al massimo delle proprie possibilità il lavoro di sviluppo sulla nuova moto studiata dalla Casa austriaca, cercando fin da subito la via più rapida per arrivare nelle zone vicine alla top ten.

Qui le valutazioni di Hafizh Syahrin: “Non vedo l’ora che arrivi la prima gara! I test sono stati difficili e nel corso delle giornate abbiamo provato ad adattarci alla moto passo dopo passo. Il feeling è andato migliorando, ma purtroppo non siamo riusciti ad essere abbastanza veloci. Col nostro lavoro, in ogni caso, confidiamo di poter arrivare al top. Dobbiamo solamente mettere insieme tutti i pezzi del puzzle e ritengo che siamo nella direzione giusta. Sul Qatar, invece, spero di avere un piazzamento più vicino alla vetta rispetto ai test”.

“Penso che l’approccio per il primo GP sia sempre abbastanza semplice”, ha invece affermato Migeul Olivera. “Voglio fare del mio meglio, svolgendo il mio lavoro come sempre. Per me sarà importante finire la gara, visto che mi serve esperienza e valutazioni su dove migliorare la moto e la guida. La cosa fondamentale sarà prendere l’esperienza che maturerò in Qatar e mettera a frutto in termini di performance, non guardando molto, almeno per adesso, al piazzamento. Il risultato è sempre importante, ma poiché è la prima gara per me, non mi concentro su nulla di preciso. Il mio obiettivo è fare un buon lavoro, dare il massimo e lasciare il Qatar con un sorriso”.

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati