Superbike | Andrea Dosoli parla del progetto Yamaha

Al Sepang International Circuit, Loews e Van der Mark hanno presentato la moto 2019

Superbike | Andrea Dosoli parla del progetto YamahaSuperbike | Andrea Dosoli parla del progetto Yamaha

Anche il Pata Yamaha WorldSBK Team ha partecipato all’incontro che Yamaha Motorsports ha organizzato al Sepang International Circuit per presentare il suo programma globale riguardante il motorsport per il 2019: in questa occasione Alex Loews e Michael van der Mark hanno condiviso i loro obiettivi e le loro opinioni dopo i test invernali svolti a gennaio.

Dopo un pre-season positivo durante il quale il pilota inglese ha dimostrato di avere un ottimo passo e un gran ritmo sia a Jerez che a Portimao, Lowes è fiducioso e rilassato parlando dei suoi obiettivi per il 2019: “È stato piuttosto semplice. Voglio chiudere il campionato tra i primi tre e, ancora più importante di questo, voglio essere in lizza per il podio ad ogni weekend”.

Lavorando al suo fianco per migliorare la WZF R1, van der Mark condivide la sua opinione sul rapporto che ha col suo compagno di box: “Cerchiamo sempre di superarci l’un l’altro e questo è positivo però, è anche vero che lavoriamo insieme e condividiamo le nostre opinioni per migliorare la moto”. Dopo aver concluso l’anno scorso col terzo posto, anche l’olandese aspira a salire sul podio ad ogni appuntamento del campionato.

Andrea Dosoli, manager di Yamaha Motor Europe Road Racing, ha presentato il progetto WorldSBK condividendo gli obiettivi esposti dai piloti: “È un piacere per noi essere qui. Il 2018 è stato un anno positivo però il 2019 sarà ancora più emozionante. Michael ha terminato la scorsa stagione col terzo posto, abbiamo vinto tre gare e vari podi però il nostro progetto per il WorldSBK ha raggiunto la sua maturità. I tre test sono stati positivi e non vediamo l’ora di dar via a questa stagione”.

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Superbike

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati