MotoGP | Presentazione Suzuki: Rins, “Siamo pronti per la vittoria”

Il pilota spagnolo ha poi aggiunto: "Quest'anno non posso contare sul fatto di avere un pilota esperto al mio fianco, ma non sarà un problema"

MotoGP | Presentazione Suzuki: Rins, “Siamo pronti per la vittoria”MotoGP | Presentazione Suzuki: Rins, “Siamo pronti per la vittoria”

MotoGP Presentazione Suzuki 2019 – Tramite un video pubblicato su Youtube (che troverete qui), il team Suzuki Ecstar ha presentato la moto e i piloti della stagione 2019.

Insieme al video di presentazione, la casa di Hamamatsu ha poi pubblicato una lunga intervista ad Alex Rins, alla sua terza stagione in MotoGP e in Suzuki e reduce da un 2018 durante il quale è salito sul podio ben 5 volte. Di seguito la traduzione di alcuni stralci dell’intervista

Qual è il tuo obiettivo per questa nuova stagione
“Continuare a crescere e a fare esperienza, provare a migliorare i risultati dello scorso anno e cercare di ottenere una vittoria.”

Quanto pensi che la moto sia cresciuta durante l’inverno ad Hamamatsu?
“Spero che la moto sia cresciuta molto, ma non per dimensioni o peso! Sicuramente ci saranno stati alcuni importanti progressi e sviluppi.”

Cosa vuoi da questa moto, che mancava alla vecchia?
“Un po’ più di velocità massima e di essere un po’ più forte in frenata.”

Dopo gli ottimi risultati del 2018, cosa pensi di poter ottenere quest’anno?
“L’anno scorso è stato un anno fantastico per la Suzuki, siamo riusciti a sviluppare molto la moto e penso che l’obiettivo di quest’anno sia quello di raggiungere la vittoria che ci è mancata nel 2018. E, nel mio caso, continuare a crescere come pilota e ottenere ancora più esperienza.”

Quanto sei migliorato come pilota e quanto hai ancora bisogno di crescere?
“Penso di essere migliorato molto con la Suzuki, ho vissuto molte esperienze, sono cresciuto in maturità con i migliori ragazzi e in tutti i tipi di situazioni, anche se ovviamente ho ancora molto da migliorare. Alla fine non smetti mai di crescere e di imparare cose nuove.”

In questa stagione devi assumere il ruolo di pilota numero uno nello sviluppo della moto. Quanto ti motiva e quanta pressione provi per questo ruolo?
“Pressione? Nessuna. Alla fine, dall’anno scorso sono molto concentrato sulla mia moto e sullo sviluppo del GSX-RR. Quest’anno non posso contare sul fatto di avere un pilota esperto al mio fianco, ma penso che non sia un grosso problema. Dobbiamo concentrarci sul nostro lavoro, sul nostro sviluppo e cercare di aiutare Suzuki a fare una moto vincente.”

Qual è l’obiettivo principale della tua terza stagione in MotoGP?
“Bene, il primo obiettivo è fare una moto competitiva e vincente. Dobbiamo continuare a fare esperienza, ma penso che ora siamo pronti per la vittoria.”

Sono passati un paio di anni da quando sei entrato nel team, quanto è migliorato il Team SUZUKI ECSTAR in questo periodo?
“La squadra è migliorata molto. Sia io che il team stiamo cresciamo e facciamo esperienza ogni volta che testiamo. La moto è già migliorata molto dal 2017 al 2018 in termini di prestazioni del motore e anche per quanto riguarda il telaio, e speriamo che quest’anno la situazione sia simile o addirittura migliore.

Il test di Sepang arriverà presto, ci vuole un po’ per sentirsi a proprio agio sulla moto dopo un lungo periodo di pausa?
“L’inverno sembra molto lungo e voglio davvero tornare in pista, e la prima volta che salirò in moto sarà in Malesia, dopo alcuni mesi senza guidare la MotoGP. Il primo giorno è un po’ complicato, ma mi sono allenato durante questa pre-stagione in palestra e ad Andorra per arrivare il più preparato possibile.”

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati