Superbike | Da oggi chiamatelo “Dottor Rea”

Il Pluri-campione del Mondo ha ricevuto la laurea ad honorem dell'Università di Ulster

Superbike | Da oggi chiamatelo “Dottor Rea”Superbike | Da oggi chiamatelo “Dottor Rea”

Fioccano i riconoscimenti per Jonathan Rea: a fine anno l’Università di Ulster lo ha infatti insignito della laurea ad honorem in Lettere per il proprio contributo allo sport.

Un tributo importate che testimonia come l’impatto del Pluri-campione del Mondo, primo pilota ad aver vinto quattro titoli consecutivi nel Campionato Mondiale FIM Superbike, non sia solo derivato dalle sue prestazioni da record in moto ma anche in generale sull’intero mondo delle due ruote, per il quale ormai rappresenta un constante punto di riferimento.
Al momento infatti Rea non è solo uno dei piloti Superbike più vincenti di tutti i tempi, ma è anche lo sportivo nordirlandese più importante del momento.

Jonathan Rea ha iniziato a correre su pista nel 2003, dopo aver mosso i primi passi nel motocross, a seguito della splendida prestazione nel Campionato Superbike Britannico è approdato al mondiale nel 2008, chiudendo la sua prima stagione nel World Supersport in seconda posizione.
Dal 2009 al 2014 ha continuato il proprio percorso nel WorldSBK con Honda e poi è passato al Kawasaki Racing Team nel 2015. Da quel momento Rea ha dominato diventando l’uomo da battere e vincendo quattro volte il titolo.

“Sono davvero felice di ricevere questa laurea ad honorem. A scuola andavo bene ed ero uno studente modello, ma la mia passione per le moto e la voglia di inseguire il sogno di diventare Campione del Mondo non mi hanno permesso di andare all’università, come molti miei amici e familiari” – ha confessato Jonathan Rea dopo aver ricevuto il premio – “Quattordici anni fa un medico mi disse che non avrei più corso a causa di un infortunio in pista e adesso mi ritrovo ad essere premiato con una laurea ad honorem per il mio contributo allo sport, è piuttosto divertente! Per questo motivo, voglio incoraggiare ogni persona che abbia un sogno o un’ambizione a non mollare mai. Bisogna credere in se stessi e, con l’aiuto e l’incoraggiamento degli altri, si riuscirà a realizzare i propri sogni”.

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Superbike

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati