MotoGP | Ducati, Dall’Igna sulla stagione 2018: “La vittoria che mi ha reso più felice è stata quella al Mugello”

Su Bagnaia ha aggiunto: "Felice del suo arrivo all'interno della famiglia Ducati"

MotoGP | Ducati, Dall’Igna sulla stagione 2018: “La vittoria che mi ha reso più felice è stata quella al Mugello”MotoGP | Ducati, Dall’Igna sulla stagione 2018: “La vittoria che mi ha reso più felice è stata quella al Mugello”

Test Valencia – In un’intervista rilasciata ai microfoni di Sky Sport MotoGP HD, Gigi Dall’Igna ha tracciato un primo bilancio di questa combattuta ed emozionate stagione 2018, rivelando come la vittoria più significativa, almeno dal punto di vista personale, sia stata quella colta con Jorge Lorenzo al Mugello.

L’arrivo dello spagnolo a Borgo Panigale, infatti, è stato fortemente voluto dall’Ingegnere italiano, aspetto che ha reso quel successo una vera e propria liberazione dopo le brutte prestazioni del 2017.

Per quanto riguarda Andrea Dovizioso, invece, Dall’Igna ha lodato l’ottima stagione conclusa dal vice Campione del Mondo, evidenziando come l’intera squadra sia estremamente cresciuta rispetto al passato, soprattutto in termini di performance nei circuiti più ostici per la GP18.

Ecco le parole di Gigi Dall’Igna: “La vittoria che mi ha reso più felice è stata quella ottenuta con Lorenzo al Mugello. Ho fortemente voluto proprio lui, il fatto di essere riuscito a raggiungere un risultato così importante era fondamentale. È stata una grande emozione. E’ costato tanto, è vero, lo abbiamo preso per lottare per vincere il Mondiale, il nostro obiettivo era questo e invece non ci siamo riusciti per vari motivi, ma il bilancio resta positivo. Abbiamo vinto 3 magnifiche gare e il suo contributo è stato importante per sviluppare la moto”.

Sulla stagione di Andrea Dovizioso ha aggiunto: “Sia noi come team sia Dovizioso come pilota siamo riusciti a migliorare quest’anno, facendo gare bellissime in circuiti in cui l’anno scorso invece avevamo faticato, lottando con due mosti sacri come Honda e Marquez. Rispetto a loro siamo migliorati di più, ma nel complesso loro sono riusciti a progredire ancora trovando un bilanciamento incredibile. Dovizioso ha fatto una stagione fantastica, ha fatto delle cose incredibili sia dal punto di vista del talento sia da quello dell’intelligenza per come ha gestito alcune situazioni. La gara di Valencia ne è un esempio, ma anche a Misano ha fatto un capolavoro. Se ci ripenso mi vengono ancora i brividi”.

Ha proseguito parlando del rapporto tra il Dovi stesso e lo spagnolo, sottolineando come sia difficile gestire due campioni di quel livello: “Il rapporto con Dovizioso? Gestire due campioni è difficile, perché questo resta uno sport individuale, la squadra conta ma alla fine rimane ai box… Entrambi dicono sempre quello che pensano, nel bene e nel male, ma la situazione è rimasta sotto controllo, li ringrazio per questo”.

Toccato infine l’argomento Bagnaia, con l’Ingegnere italiano che si è detto ottimista per quello che riguarda le performance di Pecco: “Sono veramente contento che Bagnaia si sia unito a famiglia Ducati passando al Team Pramac. È un pilota dal potenziale incredibile, mi aspetto molto da lui. Abbiamo utilizzato lo stesso programma di lavoro che abbiamo usato con Petrucci e Miller, a differenza dei nostri competitor usciamo il nostro team satellite per far crescere i piloti nel modo migliore. Affiancheremo a Pecco fin dall’inizio i capitecnici che poi lo seguiranno nel team ufficiale, qualora dovesse arrivarci”.

Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

2 commenti
  1. Avatar

    ueueue

    20 Novembre 2018 at 14:39

    Bravo Gigi!

    Loda Loprenzo che se ne è andato ..giusto per dare morale a Dovizioso che è rimasto..

    Almeno stattene zitto o di che la più bella gara te l’ha data il Dovi visto che è con lui che dovrai lavorare ancora..

    Ti tirerai ancora il pizzetto con loprenzo in Honda eh…

    • Avatar

      TONYKART

      20 Novembre 2018 at 21:21

      coglion3 pensa a quel pagliaccio che tifi,che ha messo in ginocchio l intera yamaha

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati