MotoGP | Il ValenciaGP raccontato da Sandro Donato Grosso [VIDEO]

Una gara di addii, saluti e arrivederci

MotoGP | Il ValenciaGP raccontato da Sandro Donato Grosso [VIDEO]MotoGP | Il ValenciaGP raccontato da Sandro Donato Grosso [VIDEO]

MotoGP Gp Valencia – Probabilmente così tanta acqua a Valencia non si era mai vista e non solo la domenica, ma durante l’intero weekend. L’ultima tappa del Motomondiale 2018 è riuscita a regalarci però tantissime emozioni, in un fine settimana di addii, saluti e arrivederci.

C’è l’addio di Dani Pedrosa, che dopo 18 anni nel Motomondiale ha deciso di appendere il casco al chiudo e di utilizzarlo solo per fare da tester alla KTM, ci sono i saluti di Scoot Redding e Alvaro Bautista che lasciano la MotoGP per andare, il primo in BSB mentre il secondo in SBK, e ci sono gli arrivederci dei piloti che rimangono in classe regina ma che dal prossimo anno vestiranno colori diversi, come Jorge Lorenzo.

Nella domenica di gara le emozioni in pista sono iniziate già nella Moto3 con la straordinaria vittoria della wild card Can Oncu, il più giovane pilota a salire sul gradino più alto del podio, che il prossimo anno correrà in pianta stabile nel mondiale e se le premesse sono queste, saranno guai per tutti. Una gara di Moto3 che ha consegnato anche le lacrime di Marco Bezzecchi, che dopo aver perso il titolo, perde anche la seconda posizione nel mondiale a favore di uno strepitoso Fabio Di Giannantonio.

Anche la gara di Moto2 ha regalato grandi emozioni, con la spettacolare caduta, fortunatamente senza conseguenze, che ha messo fuori gioco il poleman Luca Marini e rovinato la gara di Francesco Bagnaia, che ha tentato in tutti i modi di recuperare con una moto danneggiata.

In MotoGP la grande protagonista è stata la pioggia. Tantissime cadute, poi la bandiera rossa e una ripartenza che ci ha regalato una gara sprinti di 14 giri con la lotta tra Andrea Dovizioso e Valentino Rossi, con quest’ultimo scivolato nelle ultime fasi di gara.

Si chiude così la stagione 2018, ma noi non vediamo già l’ora che arrivi il 2019.


Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati