MotoGP | Gp Australia: Taramasso (Michelin), “Gomma speciale per il Gp di Phillip Island”

La gomma appositamente studiata per il circuito australiano sarà asimmetrica con il lato sinistro più duro

MotoGP | Gp Australia: Taramasso (Michelin), “Gomma speciale per il Gp di Phillip Island”MotoGP | Gp Australia: Taramasso (Michelin), “Gomma speciale per il Gp di Phillip Island”

MotoGP Gp Phillip Island Michelin – Dopo il Gp del Giappone, il Motomondiale si sposta a Phillip Island per il Gran premio d’Australia, diciassettesima tappa del calendario 2018.

Il tracciato australiano è uno dei più impegnativi per Michelin. Le sue curve veloci la rendono una delle piste più estreme del calendario. Basti pensare che all’ultima curva, quella che immette sul traguardo, il costruttore francese dichiara che le gomme possono raggiungere la temperatura di 278 °c.

Lungo 4,448 metri, il tracciato di Phillip Island conta sette curve a sinistra e cinque a destra e a causa delle basse temperature che si incontrano in questo periodo dell’anno in Australia, serve uno pneumatico che si scaldi velocemente, ma che al tempo stesso resista alle fortissime sollecitazioni. Per far fronte a questi problemi la Michelin fornirà uno pneumatico speciale, dedicato a questa pista e che dovrebbe rispondere a tutte le esigenze, chiamato per l’appunto “Phillip Island”.

Sia all’anteriore che al posteriore, i piloti avranno a disposizione gomme asimmetriche, con il lato sinistro della mescola più dura, per reggere le sollecitazioni, e la parte destra molto più morbida, per scaldarsi velocemente.

In caso di pioggia la Michelin ha portato gomme rain morbide e medie, con le anteriori simmetriche e le posteriori asimmetriche.

Queste le parole di Piero Taramasso, responsabile sezione due ruote Michelin Motorsport: “Phillip Island ha un significato speciale per tutti i soggetti coinvolti con la Michelin, in quanto sponsorizziamo l’evento, la sentiamo quindi come una gara di casa. La pista è una delle più impegnative di tutto l’anno, le sollecitazioni che abbiamo qui non le vediamo da nessun’altra parte. I nostri pneumatici devono fare i conti con tempi sul giro alti, un layout molto asimmetrico e alcune curve estremamente veloci, quindi devono far fronte a tutto questo e inoltre devono scaldarsi velocemente, perché può essere molto freddo come abbiamo visto nelle ultime stagioni. Rispettiamo questo circuito e non lo prendiamo mai alla leggera, è per questo che abbiamo un pneumatico che è particolare a Phillip Island, è importante per noi per affrontare al meglio delle nostre capacità il Gran Premio d’Australia Michelin.”

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati