SBK | Motul Argentinian Round: Rea rimane cauto

Per il Campione in carica “Su 21 giri il livello potrebbe essere diverso”

SBK | Motul Argentinian Round: Rea rimane cautoSBK | Motul Argentinian Round: Rea rimane cauto

Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK) è stato il più rapido delle tre sessioni di prove libere del venerdì: unico a scendere sotto l’1:40 al nuovo Circuito San Juan Villicum, Argentina, il campionissimo si appresta ad affrontare qualifiche e gare con cauto ottimismo.

Nelle condizioni sempre mutevoli della pista, il nordirlandese ha trovato il giusto ritmo per rimanere costantemente in cima alla classifica dei tempi, ma l’asfalto sempre più gommato dopo ogni sessione e nessun dato di altri anni disponibile, non lo fa sentire totalmente tranquillo.

“L’unico problema che abbiamo nel correre è che non c’è solo molta gomma in pista e rappresenta una difficoltà nella scelta del set-up”, afferma. “Non abbiamo modificato la moto per tutto il giorno perché continuavo a dire a Pere ‘Non c’è grip’, ma ad ogni sessione la pista diventava sempre più veloce. Più si gomma, più possiamo forzare, ma fino a quel momento guidiamo sulle uova. È molto impegnativo”.
L’assenza di informazioni rende questo Round complicato per tutti. Trovare il cambio giusto è stata la prima sfida da superare: “Con questo rettilineo lungo bisogna tenere il cambio per mantenere la velocità, ma è un grande compromesso nel resto della pista. In molte aree siamo troppo lunghi in curva o in uscita non c’è potenza. Chiedo all’elettronico più potenza, ma non c’è nulla”.
Aggiunge: “Ho provato marce più corte in alcune zone per mantenere la potenza nell’area giusta, ma la cosa più importante qui è il grip. Non c’è sostituto per questo”.
Gara 1 promette di essere avvincente: “Non sarà una di quelle gare dove se hai pista libera all’inizio puoi aprire un gap e volare verso la vittoria. Credo che sarà vinta negli ultimi 3-4 giri con i ragazzi che cercheranno di salire sul gradino più alto del podio”

SBK | Motul Argentinian Round: Rea rimane cauto
Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Superbike

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati